Il teardown di OnePlus 5T svela solidità, alta riparabilità e un accenno di impermeabilità (video)

Leonardo Banchi

Il nuovo OnePlus 5T ha già superato a pieni voti l’esigente test di resistenza del famoso JerryRigEverything, che come da tradizione non si è però fermato alle prime impressioni: per scoprire se tale robustezza andasse di pari passo con un buon livello di riparabilità, ha provveduto ad aprire il dispositivo per effettuare un teardown completo.

Come era accaduto per i modelli precedenti dell’azienda cinese, anche OnePlus 5T nasconde all’interno delle ottime scelte costruttive che lo rendono solido e facilmente riparabile. Sorprende, inoltre, la presenza qualche “accenno” di impermeabilità, nonostante il nuovo nato non abbia alcuna certificazione di resistenza ad acqua o polvere.

LEGGI ANCHE: Nokia 8 è solido e resistente come pochi altri: vedere per credere

Il primo aspetto a risaltare dal teardown è una elevata resistenza complessiva, che costringerà chi volesse aprirlo ad un significativo sforzo per la prima apertura. Superato questo scoglio iniziale, però, tutte le componenti interne si rivelano facilmente accessibili e sostituibili grazie all’utilizzo di viti standard e alla scelta di blocchi a incastro piuttosto che ad adesivo.

 

Come abbiamo accennato, a catturare l’attenzione di Zack del canale JerryRigEverything (e anche la nostra), è la presenza di alcune accortezze generalmente riservate ai dispositivi impermeabili all’acqua, come una pellicola a protezione degli speaker, un piccolo elastico in gomma attorno al connettore per la ricarica o un sottile strato di gomma deposto lungo tutti i bordi esterni: attenzioni probabilmente destinate ad eliminare scricchiolii e vibrazioni, ma che potrebbero anche nascondere primi passi verso l’impermeabilità dei dispositivi OnePlus, che troveranno magari piena realizzazione nel prossimo dispositivo.