Fossil presenta Q Control, il suo primo smartwatch dotato di sensore dei battiti cardiaci (foto)

Edoardo Carlo Ceretti Non manca Android Wear in versione 2.0 e la resistenza alle immersioni fino a 5 ATM.

Dopo aver mostrato in anteprima la sua folta lineup di smartwatch ad IFA 2017, Fossil è pronta a sparare una delle sue cartucce, che risponde al nome di Q Control, il primo smartwatch dell’azienda ad implementare un cardiofrequenzimetro, indicato quindi anche per sessioni sportive.

Caratteristiche tecniche Fossil Q Control

  • CPU: Qualcomm Snapdragon Wear 2100
  • Memoria interna: 4 GB
  • Connettività: WiFi e Bluetooth 4.1
  • Dimensioni: diamentro 44 mm, spessore 13,5 mm
  • Peso: 45,5 grammi
  • Sensori: Cardiofrequenzimetro, altimetro, accelerometro, giroscopio, luminosità
  • Resistenza alle immersioni: fino a 5 ATM
  • OS: Android Wear 2.0

Q Control è quindi la proposta più sportiva della linea Fossil, adatto non solo per il monitoraggio avanzato di attività più tradizionali come corsa o bicicletta, grazie alla presenza del sensore di battiti, ma anche per sessioni di nuoto, vista la sua resistenza alle immersioni fino a 5 ATM.

Anche il cinturino in silicone – da 20 mm ed intercambiabile con altri di vostro gradimento – rivela l’anima sportiva di Q Control, che però non rinuncia ad un’ottima qualità costruttiva, assicurata dall’acciaio inossidabile della cassa.

Fossil promette un’autonomia di 24 ore di utilizzo, che non si limita al monitoraggio delle attività quotidiane, ma si presta ad usi più vari ed avanzati, grazie al display circolare touchscreen always-on e al sistema operativo Android Wear 2.0.

Uscita e Prezzo

Fossil Q Control è già disponibile per l’acquisto presso il sito ufficiale, mentre arriverà in negozi selezionati a partire dal mese di dicembre, ad un prezzo consigliato di 299€.

Immagini