Google ha brevettato dei Glass micro-LED che potreste davvero portare tutto il giorno

Cosimo Alfredo Pina

I Google Glass, inutile negarlo, non ce l’hanno fatta a sfondare, se non in alcuni settori industriali molto di nicchia. Nonostante questo a Mountain View si sta probabilemnte ancora lavorando sul progetto o almeno questo è quello che ci lascia intuire il brevetto depositato a marzo 2016 presso le autorità statunitense.

Nel documento si parla esplicitamente di occhiali dall’aspetto piuttosto convenzionale, ma con qualche sorpresa nelle lenti. Il wearable in questione utilizzerebbe infatti dei display basati su tecnologia micro-LED, quindi capaci di riprodurre un’immagine traslucida di fronte all’occhio dell’utente. Per rendere l’idea, immaginatevi lo schermo del vostro smartphone o notebook sia trasparente e che si intraveda parzialmente quello che c’è dietro.

A differenza dei sistemi impiegati negli attuali Google Glass o su HoloLens, la tecnologia illustrata nel brevetto permetterebbe di generare immagini sovrapposte alla realtà direttamente dentro la lente, senza bisogno quindi di un prisma o di altri apparati di proiezione. Così i Glass 2.0 potrebbero davvero essere poco più ingombranti di un paio di occhiali.

I presupposti per un’esperienza di realtà aumentata notevole sembrano esserci, ma stiamo pur sempre parlando di un brevetto che purtroppo potrebbe non tradursi mai in un prodotto vero e proprio.

Fonte: patentlymobile.com
brevetti