Google e i mille modi per accedere ad Assistant sui Pixel 2: presto anche dalla schermata Ambient Display?

Edoardo Carlo Ceretti

Assistant si sta avviando a diventare in futuro il vero fulcro dell’ecosistema Google, tanto che il colosso di Mountain View sta continuando ad escogitare nuovi modi per permettere agli utenti di accedervi più rapidamente e comodamente e, di conseguenza, a farlo entrare nella propria routine quotidiana.

Da tempo è possibile accedere ad Assistant tenendo premuto il tasto home di uno smartphone Android, oppure richiamandolo con il celebre comando vocale Ok Google. I nuovi Pixel 2 hanno anche aggiunto la possibilità di spremere i bordi (funzione Active Edge), sempre per attivare rapidamente Assistant. Ma per Google potrebbe non essere ancora sufficiente.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità di Android Oreo 8.1

I colleghi di XDA Developers infatti, si sono imbattuti in una stringa decisamente interessante nel codice di Android Oreo, che recita così:

settings put secure doze_pulse_on_long_press 1

La stringa farebbe riferimento ad una scorciatoia attivabile direttamente dalla schermata always-on di Ambient Display tramite una pressione prolungata. Provando ad impartire questo comando tramite ADB, non si ottiene alcun effetto, segno che la funzione non sia ancora attiva. Tuttavia è facile pensare che la scorciatoia possa essere stata pensata da Google in funzione di un’attivazione ancora più rapida di Assistant. In ogni caso, dal prossimo 1° novembre, tutto questo imbarazzo della scelta per attivare Assistant interesserà anche noi utenti di lingua italiana, come confermato da Google stessa.