Navbar Animations: il modo più semplice per “dar vita” ai pulsanti virtuali, senza bisogno di root (foto)

Leonardo Banchi

Il trend del momento per i produttori di smartphone è sicuramente quello di creare dispositivi con bordi sempre più sottili, e tanto spazio dedicato allo schermo: i tasti fisici stanno quindi via via sparendo, con grande gioia anche degli amanti della personalizzazione.

Perché infatti fermarsi a cambiare sfondo e tema, quando si possono adattare ai propri gusti anche i tasti virtuali dello schermo? Grazie all’app gratuita Navbar Animations potrete infatti rendere decisamente più vivace e dinamico il vostro smartphone senza bisogno di permessi di root, Xposed o altre complicate procedure.

Poco sforzo, grande risultato

Navbar Animations, come suggerisce il nome, aggiungerà ai vostri tasti virtuali delle animazioni, che saranno mostrate ogni volta che premete uno dei pulsanti: il risultato è di sicuro effetto, ma ciò che più stupisce è la semplicità con cui è possibile attivare tale funzione.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android per la Personalizzazione

Per utilizzare Navbar Animations non dovrete infatti fare altro che installare l’app, abilitarla e scegliere fra i vari pacchetti l’animazione che più vi soddisfa: potrete comunque modificarne comportamento, velocità e colori, nonché decidere se abilitarla solo per il tocco singolo, per i tap prolungati o entrambi.

Le animazioni presenti sono davvero moltissime, estremamente curate e adatte a soddisfare qualunque tipo di gusto estetico. Alcune di esse sono però disponibili soltanto con la versione Pro dell’app, che può essere ottenuta tramite un acquisto in-app da 1,59 € (che rimuoverà anche la pubblicità).

Download gratuito

NavBar Animation è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire, mentre per osservarla in azione in anteprima trovate un esaustivo video e una galleria di immagini in calce all’articolo.

POTREBBE INTERESSARTI: Cosa vuol dire la notifica “Potresti avere nuovi messaggi” di WhatsApp?