Night Light, l’app per dispositivi Qualcomm per controllare l’intensità della luce blu (foto)

Leonardo Banchi

Se siete soliti utilizzare lo smartphone di sera, è probabile che abbiate poi problemi ad addormentarvi con facilità: gli schermi dei dispositivi rilasciano infatti molta luce dai toni blu, che riduce il rilascio di melatonina e impedisce così una regolazione normale del sonno da parte del nostro organismo.

Vari produttori implementano quindi nei propri dispositivi una “modalità notturna”, che riduce l’emissione di luce blu durante le ore serali: se questo non è il caso del vostro smartphone potete però rimediare con Night Light, un’app che grazie ai permessi di root sfrutta il driver KCAL dei processori Qualcomm per regolare la temperatura del colore dello schermo.

Dormire meglio è semplice

A differenza di molte alternative simili, che implementano un overlay  colorato su tutta la schermata, Night Light agisce infatti direttamente a livello di sistema, senza interferire così con app incompatibili con un overlay e con risultati decisamente migliori.

LEGGI ANCHE: Come funziona Night Shift e come usarlo anche su Android e computer

La configurazione dell’app è davvero semplice: per usarla dovrete infatti soltanto abilitare un interruttore e regolare l’intensità del filtro sui toni blu. C’è poi la possibilità di programmare l’attivazione automatica (e lo spegnimento) del filtro a uno specifico orario della giornata.

Naturalmente, come abbiamo già detto, per utilizzarla dovrete avere uno smartphone con permessi di root e kernel con supporto a KCAL.

Download gratuito

Night Light è open source, e disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

POTREBBE INTERESSARTI: Come cambiare le icone su Android, con e senza launcher alternativi