Azioni concatenate con un solo comando? Si, con le nuove routine di Google Assistant

Andrea Centorrino

Il comune denominatore dell’evento Google di ieri è certamente Assistant, l’intelligenza artificiale alla base di tanti prodotti e servizi del colosso di Mountain View. Entro l’anno arriverà anche in Italia, ma nel frattempo, oltre oceano, è ora possibile creare delle vere e proprie routine, tramite le quali associare una singola frase a delle azioni concatenate.

Le prime avvisaglie erano giunte qualche settimana fa grazie al teardown dell’apk, ed ora sono realtà. Una funzionalità simile era già disponibile, per certi versi, attraverso la piattaforma IFTTT, anche se un’integrazione diretta nell’app Google/Assistant renderà sicuramente più agevole l’uso agli utenti meno smanettoni.

“Spremendo” i bordi dei nuovi Pixel 2, recitando le parole magiche “Ok Google” in presenza di Google Home (sia in versione standard, che Max o Mini), o attivando Assistant su uno qualunque dei dispositivi supportati, sarà possibile pronunciare una frase, precedentemente definita, che farà partire una serie di azioni scelte dall’utente: ad esempio, con “buongiorno”, si potranno aprire le tende e sintonizzare il TV sul telegiornale del mattino, o con “buonanotte” si potranno spegnere le luci in tutta la casa ed attivare l’allarme perimetrale.

LEGGI ANCHE: L’evento Google visto con gli occhi della nostra redazione

Ogni utente, grazie all’identificazione dell’impronta vocale, potrà associare la stessa parola o frase ad operazioni diverse: un genitore potrà far partire il telegiornale, mentre un bambino potrebbe avviare i cartoni animati. Purtroppo, questa funzione non è scontato che arrivi in Italia al debutto di Assistant: in ogni caso, possiamo sperare in una sua implementazione futura.

Via: Android PoliceFonte: Google Blog