Google Assistant arriva sul Play Store, ma non è ciò che sembra (aggiornato)

Nicola Ligas -

Nella sera del debutto dei Pixel 2 è avvenuto un altro lancio importante, sebbene in sordina: quello di Assistant sul Play Store.

L’app è stata appena pubblicata e prontamente “catturata” da apkmirror, dal quale la potrete scaricare, visto che sul Play Store è incompatibile con tutto (inclusi anche i vecchi Pixel a quanto pare). Probabilmente è infatti una limitazione geografica, dovuta all’assenza di Assistant stesso nel nostro paese. Assenza che per fortuna dovrebbe terminare a breve.

In ogni caso, come ogni app che si rispetti, anche Google Assistant sarà d’ora in poi aggiornato tramite Play Store, rendendo più veloce ed “indolore” il passaggio da una versione all’altra. E ricordate che comunque Assistant è disponibile su “tutti” gli Android, e questo è probabilmente un buon passo per ampliarne il supporto.

Aggiornamento05/10/2017 ore 10:20

Come confermato da Android Police, che ha esaminato il codice dell’applicazione, questo Assistant non è proprio Assistant. Si tratta in pratica di una scorciatoia per richiamare Google Assistant, che però deve essere già presente sul dispositivo in questione. Può essere un utile modo per lanciarlo tramite icona insomma, ma nulla più. Ed ovviamente è anche un sistema per sapere se Assistant è compatibile con i propri dispositivi, perché in caso contrario quest’app non si installerà. Non è però il vero e proprio Google Assistant da aggiornare tramite Play Store, come pensavamo inizialmente. Scusate per la confusione.