Chainfire si prepara ad abbandonare lo sviluppo di SuperSU

Nicola Ligas

Sono ormai anni che SuperSU è il punto di riferimento per chi sia alla ricerca dei permessi di root su Android, al punto da aver superato i 100 milioni di download dal Play Store. Tutte le cose belle prima o poi finiscono però, e per SuperSU sarà prima piuttosto che poi.

Come già saprete, SuperSU è da tempo di proprietà di Coding Code Mobile Technology, e per quanto riguarda Chainfire il suo contributo al progetto terminerà ufficialmente il 24 febbraio 2018. Fino ad allora lo sviluppatore servirà come consulente, e potrebbe anche trovare il tempo per aggiungere un paio di funzioni alle quali stava lavorando, ma nessuna promessa in merito è stata fatta. Sarà quindi CCMT a continuare lo sviluppo di SuperSU, e Chainfire sembra fiducioso al riguardo, anche se ci chiediamo se potrebbe mai dire altrimenti.

LEGGI ANCHE: Mate 10, Pro e Lite: tutti in un’unica pagina

Questo non avrà effetti immediati sulle altre app dello sviluppatore, anche se nel corso del tempo potrebbe averlo, visto che molte di queste sono root-related. Per quanto riguarda Chainfire stesso, non c’è un preciso piano per il futuro al momento, se non continuare a lavorare nell’ambito dello sviluppo, non necessariamente mobile, ed apprendere nuove competenze. Sentiremo insomma ancora parlare di lui, o almeno speriamo, ma non è detto per forza di cose sulle pagine di AndroidWorld. In ogni caso il nostro network è così ampio che Chainfire rimarrà comunque sotto al nostro radar.

Fonte: Chainfire (Google+)