Andy Rubin e il suo team hanno risposto a tutti i dubbi dei fan su Essential Phone: ecco il resoconto

Edoardo Carlo Ceretti

Dopo una serie di ritardi nient’affatto gradita dai fan, le spedizioni di Essential Phone sono finalmente iniziate, ormai da qualche settimana. Al netto delle prime impressioni agrodolci sulla bontà hardware e software del nuovo dispositivo, permanevano ancora dubbi e curiosità su un progetto così giovane, ma dal pedigree di tutto rispetto, in primis perché guidato da nientemeno che Andy Rubin, il co-fondatore di Android.

Per questo motivo, Rubin e il suo team di Essential, hanno deciso di partecipare ad un AMA (Ask Me Anything, ossia Chiedetemi qualsiasi cosa) su Reddit, mostrando una grande apertura verso gli utenti e anche una discreta dose di coraggio. Andiamo a vedere com’è andata, passando in rassegna i momenti salienti di questa chiacchierata digitale.

La strana barra delle notifiche e il suo rapporto con Nova Launcher

All’incontro su Reddit ha partecipato anche Kevin Barry, creatore del più celebre launcher alternativo per Android, Nova. Lo sviluppatore ha recentemente trovato difficoltà nel gestire la strana barra delle notifiche di Essential Phone che, a causa dell’intromissione del modulo fotografico frontale, non solo è molto più spessa del normale, ma rimane permanentemente nera, per una scelta software di Essential.

Barry, conscio del fatto che i suoi utenti apprezzino la modalità full screen nella home dei loro smartphone, ha chiesto un contatto diretto con il team di sviluppo software di Essential per lavorare insieme ad una soluzione proficua. Essential ha prontamente risposto in modo affermativo, chiedendo a Barry di inviare loro un’email per discuterne. È probabile quindi che, ben presto, il problema verrà risolto.

La fotocamera frontale in-screen creerà altri problemi?

Così come Nova, anche altri sviluppatori potrebbero riscontrare problemi a gestire la barra delle notifiche di Essential. Il motivo sta nel fatto che, trattandosi di una novità assoluta nel panorama Android, Google ha chiesto ad Essential di escludere di default lo spazio della barra delle notifiche dall’area di competenza delle applicazioni di terze parti, con il risultato dell’impossibilità per le app di passare alla modalità immersiva full screen.

Per ovviare a questa limitazione, Essential ha invitato tutti gli sviluppatori che stanno riscontrando questo problema a contattare il loro team di sviluppo software, in modo che tali app vengano inserite in una whitelist che aggiri il problema.

Le critiche verso il comparto fotografico di Essential Phone

Abbiamo citato la fotocamera frontale, quindi rimaniamo in tema riportandovi la risposta di Essential circa le critiche che il loro smartphone ha ricevuto proprio per quanto riguarda il comparto fotografico, ritenuto non all’altezza degli altri top di gamma del momento.

Essential però ha voluto rassicurare i suoi utenti, ribadendo di essere fermamente convinta dell’hardware scelto per il loro smartphone (doppia fotocamera posteriore, con un sensore a colori e uno in bianco e nero, NdR), ma che effettivamente sussistono alcune difficoltà software nel far dialogare nel migliore dei modi i due sensori posteriori. Si tratta però appunto di un mero problema software, che verrà risolto con un futuro aggiornamento.

L’aggiornamento ad Android Oreo e il rapporto con il modding

Essential Phone PH-1, essendo uscito sul mercato prima del rilascio definitivo dell’ultima versione di Android, gira tuttora con Android Nougat, come la quasi totalità degli smartphone rivali. Tuttavia, avendo anche scelto un approccio pressoché stock ad Android, Essential ha promesso che l’aggiornamento ad Oreo arriverà molto presto, nel giro dei prossimi due mesi al massimo.

Se questo era più che preventivabile, più sorprendente è invece la risposta circa il rapporto fra Essential e la community di sviluppatori indipendenti. L’azienda di Andy Rubin infatti, ha dichiarato apertamente che supporterà lo sviluppo di custom rom per il loro dispositivo, rilasciando il kernel e le factory image. Un’ottima notizia per gli utenti più avanzati che, oltre a design e prestazioni, cercano anche versatilità software per il loro smartphone.

Come verrà sfruttata la modularità di Essential Phone?

Un’altra delle peculiarità di Essential Phone PH-1 è la presenza di PIN magnetici nella scocca posteriore, grazie ai quali potranno essere installati dei veri e propri moduli, per estendere le funzionalità del dispositivo. Al momento, l’unico modulo annunciato riguardava la più compatta fotocamera a 360° sul mercato, ma sono in cantiere altri progetti, chiamati Click Connector.

È in arrivo infatti un modulo per la ricarica wireless del dispositivo, una serie di moduli audio di qualità top di gamma (che sopperiranno all’assenza del jack audio da 3,5 mm), altri Click Connector del settore fotografico e molto altro in futuro.

Essential Phone in colorazione bianca

Essential ha confermato che il dispositivo arriverà anche in colorazione bianca, ad affiancare la colorazione Moon Black attuale. Non ci saranno novità rilevanti assieme alla nuova colorazione, anche la scocca posteriore rimarrà in ceramica. Tra poche settimane, le unità nella nuova colorazione saranno pronte per essere acquistare dagli utenti.

Queste erano soltanto alcune delle questioni sollevate dagli utenti di Reddit sul nuovo Essential Phone, per una lettura integrale dell’AMA su Reddit, vi rimandiamo al link della fonte. L’azienda ha dimostrato competenza e disponibilità nel rispondere ad ogni quesito, senza mai tirarsi indietro o rifugiarsi in dichiarazioni di facciata. Trattandosi di un progetto completamente nuovo, sarebbe stato ingenuo aspettarsi un prodotto collaudato e quasi perfetto, sin dalle prime settimane dopo la commercializzazione. Essential sembra sulla strada giusta per migliorare il suo prodotto, che necessiterà ancora di diverse cure per poter competere ad armi pari con i rivali più blasonati.

Via: Android Police, Droid LifeFonte: Reddit
Andy Rubin