Google Chrome inizia a sperimentare il suo ad blocker sul ramo Canary (foto)

Vezio Ceniccola

Il nuovo aggiornamento della versione Canary di Google Chrome sul Play Store include uno strumento che farà contenti tutti coloro che non sopportano la pubblicità invasiva sui siti web. Nell’app, infatti, è stata inserita la nuova funzionalità di ad blocker, prima versione sperimentale del servizio di cui più volte si era vociferato in passato.

La presenza della nuova funzione è visibile anche nelle impostazioni del browser, dov’è presente l’apposita sezione “Ads”. Entrando in questa schermata è possibile trovare il toggle per l’ad blocker – disativato di default – con una piccola riga di descrizione che recita “blocca annunci da siti che tendono a mostrare annunci intrusivi“.

La decisione su quali siano tali “annunci intrusivi” spetta al Coalition for Better Ads, un’organizzazione indipendente di cui fa parte anche Google, che si occupa di redigere delle liste di siti che proprongono ad offensivi o troppo fastidiosi, come pop-up ripetitivi o annunci a countdown.

LEGGI ANCHE: Chrome è pronto per il picture-in-picture su Android O

Come detto, la funzione è per ora stata inclusa solo nel ramo Canary, dunque si tratta di una sperimentazione destinata a raccogliere dati e capire i limiti del servizio. Probabilmente, se tutto andrà secondo le aspettative, dovremo attendere almeno il 2018 prima che l’ad blocker possa essere integrato nella versione stabile di Chrome.

Intanto, se volete provare la nuova funzione in anteprima, potete scaricare gratuitamente Chrome Canary dal link che trovate di seguito.

Via: TechCrunch