Netflix sparisce dal Play Store per i dispositivi con permessi di root e bootloader sbloccato

Edoardo Carlo Ceretti -

Diversi utenti statunitensi hanno riportato su Reddit e altri siti affini un problema con il download dell’app ufficiale di Netflix dal Google Play Store. In particolare, il problema segnalato riguarda gli utenti che possiedono dispositivi dotati di permessi di root: l’app Netflix non appare più come risultato nella ricerca all’interno del Play Store e, raggiungendo in altri modi la pagina dedicata all’app, viene mostrata come incompatibile con il dispositivo, nonostante sia di fatto installata e funzionante.

Anche noi abbiamo eseguito una prova con uno smartphone dotato di privilegi di root e, come potete vedere dagli screen in galleria, il problema segnalato si è manifestato esattamente. Attualmente non è chiaro se si tratti di un problema momentaneo oppure di un vero e proprio giro di vite lanciato da Netflix contro gli utenti che hanno ottenuto i permessi di root nei loro dispositivi, pratica che può preludere (ma non la presuppone necessariamente) alla pirateria. Vi terremo aggiornati su eventuali sviluppi della faccenda, per ora intanto diteci se anche voi state riscontrando questo problema.

Chiariamo solo che se aveste l’app già installata, non ci saranno problemi e che comunque potete sempre installarne direttamente l’apk, dato che ad essere bloccata è solo la pagina del Play Store e nient’altro.

Aggiornamento14/05/2017 ore 8:30

In piena notte italiana, Netflix ha deciso di rispondere ufficialmente alle innumerevoli domande sollevate dai suoi clienti sparsi per il mondo che possiedono dei dispositivi dotati di permessi di root e sblocco del bootloader che, da ieri, non riuscivano più a visualizzare l’app Netflix sul Play Store. Netflix ha quindi confermato la fine del supporto ai dispositivi che non soddisfano pienamente i requisiti di sicurezza imposti da Google. Ecco il comunicato completo:

Con la versione più recente della nostra app, la 5.0, abbiamo deciso di affidarci completamente al DRM fornito da Google; perciò, molti dispositivi che non sono certificati da Google o che sono stati modificati dagli utenti, non funzioneranno più con la versione più recente della nostra applicazione e quegli utenti non vedranno più l’app Netflix nel Play Store.

Non si trattava quindi di un errore o di un problema temporaneo, bensì di una presa di posizione netta da parte di Netflix. Attualmente l’app sta continuando a funzionare correttamente anche sui dispositivi dotati di root, chi volesse continuare a tenere aggiornata la propria app dovrà farlo tramite canali alternativi (e comunque pienamente legali) come APK Mirror. Staremo a vedere se in futuro la compatibilità dell’app cesserà completamente oppure continuerà il compromesso attuale.

Via: Android Police