Samsung Galaxy S8 ed S8+: la nostra anteprima (foto e video)

Nicola Ligas -

Freschi freschi di presentazione, i due top di gamma Samsung sono subito stretti nelle nostre mani, ansiosi di capire se il primo contatto sarà positivo o meno; e per quanto fugaci possano essere ancora le nostre impressioni, dobbiamo dire che la direzione scelta dall’azienda coreana riesce a stupire.

I due top di gamma sono grandi, come mai in passato, ma al contempo maneggiabili, dato che la loro larghezza è al pari di smartphone dal “polliciaggio” assai inferiore. Il nuovo formato in 18:9 (18,5, per la precisione), richiede un po’ di abitudine: da una parte è praticamente impossibile usare Galaxy S8 (per non parlare di S8+) con una sola mano, dato che col pollice non riuscirete mai a coprire l’intera diagonale, dall’altra si riesce però a toccare il lato opposto col pollice, cosa che per esempio non era possibile su Note 5 (a meno di non avere mani molto grandi). Sono però possibili delle bande nere in alcuni contenuti, e dovremo valutare con calma se e come il nuovo formato influenzi l’uso quotidiano.

Dal punto di vista tecnico non ci sono invece novità eclatanti rispetto ai modelli dell’anno passato, ed è indubbiamente sull’estetica che Samsung ha voluto puntare di più, anche se dare ora un parere su prestazioni, autonomia e fotocamera è praticamente impossibile. Quello che possiamo dirvi è che Galaxy S8 ed S8+ “colpiscono”, che l’interfaccia è stata ulteriormente ripulita e sembra sempre più un’alternativa a quella di Google (contenuti personalizzati nella pagina più a sinistra della home, app drawer richiamabile tramite swipe e tante funzioni che vanno a sostituire le equivalenti di Google) e che è difficile non voler passare più tempo a provarli dopo averli stretti per la prima volta tra le mani, anche solo per cercare di comprendere le potenzialità di Bixby (che purtroppo, e sottolineiamo purtroppo non parla italiano) e di Samsung DeX, alla quale dedicheremo volentieri un approfondimento nella quiete del nostro ufficio, per capire se possa davvero sostituire un PC (o almeno provarci).

A seguire trovate il nostro hands-on di Galaxy S8+, seguito da alcune foto dello smartphone, anche a fianco dei principali top di gamma del momento (Huawei P10, LG G6 ed anche il “vecchio” Galaxy S7 edge).

P.S. Sì, il lettore di impronte sul retro è scomodo, in particolare su Galaxy S8+, dove è davvero difficile raggiungerlo senza impugnare lo smartphone molto in alto.

P.P.S. il lancio di Galaxy S8 sul mercato è fissato per il 28 aprile e non (ovviamente?) il 28 marzo come detto nel video.