Samsung annuncia Bixby in anticipo sul lancio di Galaxy S8: sembra il re degli assistenti vocali!

Nicola Ligas -

Bixby sarà una nuova interfaccia intelligente per i nostri dispositivi. Così Samsung descrive in breve il suo nuovo assistente vocale, che l’azienda conferma debutterà su Galaxy S8.

Diverso da ogni altro assistente vocale sul mercato, o almeno così ci dicono, Bixby semplificherà l’interazione dell’utente e renderà l’uso degli smartphone ancora più intuitivo e semplice. Ma questo è solo il primo passo: in futuro Bixby arriverà anche su TV, condizionatori ed altri dispositivi, dato che la sua implementazione è tutta nel cloud, e pertanto è sufficiente avere un dispositivo connesso alla rete per poterlo sfruttare (il che ci porta a pensare che, senza rete attiva, anche su smartphone potrebbe non funzionare). Ma in che modo Bixby proverà a distinguersi dalla massa? Essenzialmente attraverso tre fattori:

  1. Completezza: nelle applicazioni Bixby-enabled potrete fare a voce praticamente tutto ciò che è possibile fare con l’interfaccia touch, non come altri assistenti vocali che con la voce possono eseguire solo un set limitato di funzioni per ciascuna applicazione.
  2. Consapevolezza del contesto: Bixby è in grado di capire in ogni momento il contesto e lo stato attuale dell’applicazione ogni volta che viene richiamato, in modo da poter continuare a lavorare in modo fluido e senza frizioni. Bixby permette infatti di intrecciare le varie modalità di utilizzo (touch e voce su tutte) senza che una interrompa l’altra.
  3. Tolleranza cognitiva: il numero di comandi vocali supportati è molto ampio, in modo che l’utente possa parlare in modo naturale, senza dover imparare delle stringhe precise. Bixby dovrebbe essere in grado di interpretare anche frasi incomplete, chiedendo al massimo conferma all’utente in caso di dubbio.

Al lancio di Galaxy S8, solo un ristretto numero di applicazioni preinstallate saranno compatibili con Bixby. Con il passare del tempo ne verranno logicamente aggiunte di nuove, e Samsung promette anche il rilascio di un SDK per permettere agli sviluppatori di terze parti di aggiungere il supporto alle proprie applicazioni e servizi.

Samsung conferma inoltre che ci sarà un pulsante fisico per richiamare Bixby, in questo modo non dovremo nemmeno sbloccare lo smartphone e potremo subito lanciare un comando vocale, velocizzando molto l’interazione col dispositivo. Non è però chiaro se ci sarà o meno anche un modo del tutto “contactless” di richiamare Bixby, alla stregua di “Ok Google” ed “Hey Siri“, tanto per capirsi.

Descritto così, Bixby sembra il fiore all’occhiello degli assistenti vocali, in grado di comprendere il linguaggio naturale come nessuno prima di lui. Ovviamente dovremo misurarlo alla prova pratica, e soprattutto dobbiamo ancora scoprire se sarà così poliglotta da parlare italiano, vero problema ancestrale di questo tipo di software. Appuntamento al 29 marzo prossimo, con il lancio di Galaxy S8, e quindi di Bixby stesso.

Fonte: Samsung