Saygus V-Squared sarebbe “quasi” pronto alla spedizione dopo 2 anni, sempre con Snapdragon 801

Nicola Ligas -

I colleghi di Phone Arena hanno fatto visita al quartier generale di Saygus, un’azienda che al MWC di due anni fa destò un certo interesse, ma che poi si è smarrita in continui rinvii che ancora non hanno visto la fine (se vi foste persi questa ridicola vicenda, trovate qui la cronistoria).

Il CEO di Saygus ha ammesso l’errore, dicendo apertamente di aver sbagliato, ma non si arrende. Al di là di tutti i problemi avuti, che in parte l’azienda ha cercato di giustificare, la cosa che ci lascia più stupiti è il fatto che V-Squared sembra finalmente in procinto di superare i test FCC, per poi arrivare in mano agli acquirenti. Ma non si tratta di una versione riveduta e corretta, bensì dello smartphone originale, con Snapdragon 801.

Nemmeno a farlo apposta, Saygus promette una sostituzione gratuita, dopo il rilascio di questo primo modello, con una nuova versione dello smartphone dotato di Snapdragon 820. Per di più l’azienda avrebbe indicato una tempistica così ottimistica, che Phone Arena non se l’è nemmeno sentita di pubblicarla, considerando come sono andate le cose negli ultimi due anni.

Ammissione di colpa quindi, ma con perseveranza nell’errore di promettere qualcosa che finora l’azienda non è riuscita a fare, e che ora dovrebbe magicamente arrivare nel giro di poco. Come sia possibile che tutto ciò sia possibile è una cosa che ancora ci sfugge.