Come svuotare la cache Android

Lorenzo Delli -

I file di cache sono dei dati temporanei che i programmi che ad esempio utilizzate sul vostro computer generano per velocizzare il loro funzionamento e per richiamare più rapidamente dati ed informazioni molto utilizzate dal programma stesso o dall’utente utilizzatore. Le applicazioni dedicate ad Android ereditano in parte questo funzionamento. Ogni app che installate ed utilizzate sul vostro dispositivo, che sia esso uno smartphone o un tablet, genera dei file di cache che dipendono appunto dall’utilizzo che fate di quell’applicativo e dalle esigenze stesse dell’app (o del gioco).

Questi file temporanei detti appunto di cache non occupano molto spazio sulla memoria e non sono assolutamente pericolosi da un punto di vista di privacy, visto che di fatto sono presenti solo sul vostro dispositivo e vengono richiamati in maniera trasparente dal software che li utilizza. Ci sono però alcune applicazioni, come Google Chrome o altri browser, Facebook, Messenger e simili che spesso accumulano tantissimi dati di cache, andando ad occupare megabyte preziosi della memoria interna del vostro dispositivo. Inoltre proprio i file di cache potrebbero, in rari casi, essere responsabili di eventuali problemi di malfunzionamento di giochi o applicativi, o addirittura del mancato aggiornamento della stessa.

Se siete arrivati su questa guida quindi è perché avete bisogno di svuotare la cache di Android, per uno dei tanti motivi precedentemente elencati come il semplice voler liberare memoria o far funzionare correttamente un’applicativo. Come si fa quindi a svuotare la cache sfruttando quanto integrato direttamente in Android o sfruttando applicazioni alternative? Scopriamolo insieme.

Cos’è la Cache Android

La cache delle applicazioni Android è leggermente diversa dalla definizione di cache legata al mondo dell’informatica. Con il termine cache di solito si indica un’area di memoria estremamente veloce ma solitamente di scarsa capacità il cui scopo è quello di velocizzare l’esecuzione dei programmi.

Potete immaginarvi la stessa cosa da un punto di vista virtuale. Ogni applicazione utilizza parte della memoria interna dello smartphone o del tablet, già di per sé estremamente veloce, per immagazzinare dati preziosi che si prevede debbano essere utilizzati nel breve termine. Qualche esempio di dato memorizzato in cache?

  • Parole di ricerca inserite e selezionate
  • File temporanei
  • Immagini di sfondo, schermate di accesso, foto profilo, utente, di account o icone
  • Anteprima di immagini, video e documenti
  • Impostazioni grafiche
  • Dati di vario genere utilizzati dalle applicazioni

Cancellare la Cache su Android

Iniziamo da come cancellare la cache su Android utilizzando le funzionalità presenti in Android e quindi su tutti gli smartphone con il sistema operativo di Google distinguendo tra pulizia della cache complessiva o per app e giochi singoli.

Iniziamo dalla più semplice, ovvero quella che ci permette di cancellare tutti i file temporanei di cache presenti nelle varie applicazioni e giochi installati sui nostri Android. Tenete in considerazione però che si tratta di una soluzione un po’ estrema, che non va compiuta di frequente. I file di cache occupano sì memoria, ma permettono una più rapida esecuzione di alcune delle funzionalità delle app, velocizzando quindi le procedure e migliorando l’esperienza utente finale.

Come Svuotare la Cache Android
Come Svuotare la Cache Android – Cancellare la cache su Android di tutte le applicazioni è questione di un attimo.

Fatta questa doverosa premessa, ecco come fare a liberare contemporaneamente la cache di tutte le applicazioni. Per prima cosa recatevi nelle Impostazioni del vostro dispositivo e cercate la voce Memoria. A seconda dei dispositivi potreste a questo punto visualizzare l’elenco dei tipi di file che occupano la vostra memoria o una schermata che distinguerà Memoria dispositivo o Scheda SD. Ci interessa in questo caso la Memoria dispositivo, premeteci sopra. Attendete qualche secondo per permettere al sistema di fare i doverosi calcoli e cercate la voce Dati nella cache. Premeteci e apparirà la finestra di sistema con la dicitura “Tutti i dati app. nella cache saranno cancellati.“. Premendo Elimina libererete la cache di tutte le applicazioni.

E se invece volete liberare la cache eliminando i dati temporanei di una sola applicazione? Molto semplice anche in questo caso. Dovete sempre recarvi in Impostazioni e cercare la voce App o Applicazioni.  Nel caso dei Samsung o di altri dispositivi a questo punto potreste dover premere sulla voce Gestione applicazioni. Una volta che vi troverete di fronte all’elenco delle applicazioni installate sul vostro dispositivo, cercate quella di cui volete liberare la cache. Sempre nel caso di alcuni dispositivi potreste dover premere sul pulsante Memoria per accedere alla visualizzazione che vi rivelerà quanta memoria, suddivisa in Dati applicazione e in Cache, occupa quella determinata app. A questo punto dovreste avere davanti a voi la voce che vi rivela quanti megabyte occupano i dati in cache e il pulsante Svuota Cache. Premendo quest’ultimo libererete la memoria così occupata.

Come Svuotare la Cache Android - 2
Come Svuotare la Cache Android – È anche possibile eliminare i file temporanei di cache di singole applicazioni, sempre sfruttando le funzionalità di sistema offerte da Android.

Quest’ultima opzione torna comoda per liberare memoria andando ad eliminare quei file temporanei che si accumulano maggiormente in app quali Google Chrome, Internet (ovvero i browser proprietari o stock), Mozilla Firefox o in app social quali Facebook, Messenger e simili.

App per svuotare Cache su Android

Se avete presente come funziona la cache e vi siete già interessati all’argomento in passato, o anche se siete neofiti dell’argomento, potreste sapere che ci sono un gran numero di applicazioni sul Play Store adibite proprio all’eliminazione della cache.

Come Svuotare la Cache Android - 3
Come svuotare la cache Android – Ci sono tante applicazioni alternative per svuotare velocemente la cache, ma di solito non le consigliamo. Meglio sfruttare le funzionalità offerte dal sistema.

Qualche esempio? App Cache Cleaner e CCleaner, ma tendenzialmente ne sconsigliamo l’utilizzo, per varie ragioni. Spesso cercando questo genere di applicazioni si installano altre app che sono tendenzialmente inutili, che vanno a riempire memoria e ad attivare processi (o a disattivarli, come i task killer che comprendono anche funzioni di pulitura cache) inutili. In pratica state installando applicazioni che vanno ad occupare memoria per liberare memoria sul dispositivo: un po’ ridondante, non trovate? La cosa migliore è utilizzare le funzionalità di sistema presenti su tutti gli Android ed effettuare una pulizia manuale. Potreste ad esempio studiare quali applicazioni accumulano più dati in cache ed eliminare periodicamente solo quelle.

Cosa succede se cancello la Cache

Come già accennato, cancellando la cache delle singole applicazioni si va a cancellare dati temporanei immagazzinati sulla memoria interna del vostro dispositivo. Quali sono le conseguenze?

Molto semplicemente il primo avvio o l’esecuzione di alcune operazioni relative a determinate applicazioni potrebbero essere un po’ più lente del previsto. L’applicativo comunque provvederà a riformare i dati di cache necessari al corretto funzionamento. Perché quindi eliminare tali dati? Per il semplice motivo che alcuni dati presenti in cache in realtà non vengono più utilizzati dall’app, e potrebbero occupare spazio utile ad altre app o giochi.

Attenzione: i dati presenti nella cache potrebbero anche farvi risparmiare dati presenti nel vostro piano dati mensile. Se Facebook ad esempio genera 100 MB di dati di cache e li eliminate in mobilità, ci sta che ad un primo avvio l’applicativo riscarichi alcuni dati preziosi come anteprime di foto, video o foto dei profili.

Come Svuotare la Cache di Chrome

Se invece foste interessati a qualcosa di più specifico, ovvero cancellare la cache di Chrome e i relativi dati di navigazione, vi consigliamo di seguire la guida che trovate linkata nel titolo di questo paragrafo. La guida vi tornerà utile anche per la manutenzione della versione desktop del celebre browser di Google.