Google Unveils New Products, Including New Pixel Phone

Ci sono due versioni di Snapdragon 821, ed i Pixel usano quella più lenta (ma va bene così)

Nicola Ligas

Qualcomm ha confermato che esistono due revisioni diverse di Snapdragon 821: una che gira alle massime frequenze disponibili, 2,34 GHz per la CPU e 653 MHz per la GPU, e l’altra che si accontenta di 2,15 GHz sulla CPU e 624 MHz sull GPU; queste ultime sono le stesse frequenze di Snapdragon 820.

La versione più lenta si chiama MSM8996 Pro-AB, mentre dell’altra il nome in codice non è stato confermato, ma seguendo lo stesso schema già visto in passato, dovrebbe essere MSM8996 Pro-AA o MSM8996 Pro-AC. E chiariamo che i Google Pixel utilizzano il modello più lento.

LEGGI ANCHE: Le specifiche tecniche dei Google Pixel

La differenza di clock si traduce in un risparmio energetico del 5% a parità di frequenza, che è la scelta voluta da Google per privilegiare l’autonomia, oppure in prestazioni superiori ma più o meno con stesso dispendio energetico, usando le frequenze massime. Comunque la vogliate vedere, da questo punto di vista le differenze tra Snapdragon 820 ed 821 sono risibili, e Google ha scelto la soluzione che privilegia di più l’autonomia (giustamente, a nostro parere).

Come abbiamo visto poche ore fa in un’analisi del software della fotocamera dei Pixel, Google ha puntato molto sulla nuova modalità HDR+, e l’ha potuta rendere così veloce proprio sfruttando il DSP Hexagon, in particolare le sue Vector eXtensions. In parole povere, buona parte dell’elaborazione di HDR+ viene delegata al DSP, liberando la CPU, e permettendo ai Pixel quello “scatto continuo” di immagini che inizia non appena avviata la fotocamera. A questo unite poi le capacità intrinseche del sensore Sony Exmor RS IMX378, tra cui appunto la velocità di scatto, ed avrete un’ulteriore giustificazione dell’ottimizzazione della fotocamera dei Pixel.

Fonte: XDA
qualcomm