OnePlus ci spiega a cosa serve e come funziona il suo Beta Program (foto)

Vezio Ceniccola -

Qualche mese fa, OnePlus ha avviato un programma per il rilascio di firmware in beta sul proprio forum ufficiale. L’iniziativa, accolta con entusiasmo dagli utenti, serve per raccogliere feedback e aiutare lo sviluppo della sua ROM personalizzata, l’ormai nota OxygenOS. Ma come funzionano i rilasci delle beta?

LEGGI ANCHE: OnePlus conferma: i ritardi nelle spedizioni sono dovuti alla carenza di display AMOLED

È sempre la stessa azienda cinese a spiegarcelo, grazie ad un post pubblicato oggi sul forum ufficiale. Come potete vedere dall’immagine nella galleria, ci sono 3 canali di sviluppo paralleli:

  • Closed Beta – 4 rilasci al mese: Firmware alpha sperimentali, spesso instabili, servono per provare in anteprima le nuove funzioni aggiunte. Per potere accedere a questi rilasci, bisogna essere uno dei 60 tester certificati.
  • Open Beta (Community Builds) – 2 rilasci al mese: Software più stabile, ma ancora affetto da qualche bug. Le Open Beta sono disponibili per tutti gli utenti sul forum ufficiale.
  • Official Release (OTA) – 1 rilascio ogni 1-2 mesi: Versione finale rilasciata in automatico a tutti gli utenti tramite OTA.

Il sistema adottato da OnePlus non è certo una novità nel mondo informatico – ad esempio, anche Mozilla adotta un sistema a 3 livelli per il rilascio del suo browser Firefox – ma è sicuramente una modalità di sviluppo molto utile per ottenere feedback e contributi da parte degli utenti.

Se volete partecipare anche voi allo sviluppo della OxygenOS, potete provare la Community Beta a questo indirizzo.