Cyanogen Inc. cambia rotta: inizia l’era del Modular OS program, sarà la volta giusta?

Vezio Ceniccola "Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi"

Quella di oggi potrebbe diventare una data molto importante per tutti gli amanti del modding. Cyanogen Inc, la nota società nata dal progetto CyanogenMod, ha infatti iniziato una piccola rivoluzione al suo interno, sia per quanto riguarda la parte dirigenziale sia per i suoi obiettivi futuri.

Tramite un post sul blog Cyanogen, il nuovo CEO Lior Tal – che va a prendere il posto di Kirt McMaster, spostato al ruolo di Executive Chairman – ha annunciato il Cyanogen Modular OS program: da ora in poi, i partner potranno utilizzare “pezzi” del Cyanogen OS nelle loro ROM, integrando i servizi sviluppati dalla società di Tal senza dover implementare tutto il sistema operativo completo.

LEGGI ANCHE: Cyanongen Inc. non sarà più coinvolta nello sviluppo di CyanogenMod, parola di Steve Kondik

La società si aspetta che questi moduli dinamici possano creare un vasto ecosistema e attirare molti sviluppatori, interessati anche all’espansione del servizio di intelligenza artificiale basata su cloud su cui il team Cyanogen sta gia lavorando da tempo.

Intanto, come già anticipato all’inizio, i cambiamenti societari hanno comportato un rapido scambio di poltrone nei piani alti della dirigenza che, oltre al CEO, ha coinvolto anche il fondatore Steve Kondik, passato dal ruolo di CTO a quello di Chief Science Officer.

A quanto pare, quindi, il destino di Cyanogen non è più quello di sviluppare e vendere un OS completo, ma quello di dedicarsi alla creazione di moduli e mod da integrare poi nelle altre ROM, stock o personalizzate dai vari produttori. Non sappiamo se questo significhi una definitiva morte del progetto Cyanogen OS, ma le premesse per tenere ancora in vita il sistema operativo non sembranno le migliori.

Ci auguriamo che questo nuovo cambio di rotta possa essere quello giusto per Cyanogen, che da anni tenta di trovare una prospettiva diversa per lo sviluppo di Android. E c’è da dire che, almeno sinora, i risultati sono stati molto altalenanti.

Fonte: Cyanogen