I Google Pixel da 32 GB potrebbero averne solo 23 liberi per i dati (e forse anche meno)

Vezio Ceniccola

Dopo l’evento di ieri sera, ormai sappiamo quasi tutto sui nuovi Google Pixel e Pixel XL. Tra i pochi dubbi rimasti, c’è però quello sul quantitativo di memoria interna effettivamente utilizzabile dall’utente una volta spacchettato lo smatphone.

Infatti, i Pixel arriveranno sul mercato in sole due varianti di memoria, 32 e 128 GB, e se per la seconda non ci saranno troppi problemi di spazio, riguardo alla prima potrebbero esserci brutte sorprese.

I colleghi di Android Central hanno provato a fare un po’ di conti, e questo è quello che hanno scoperto sulla memoria interna del modello da 32 GB. La versione formattata ha 29,7 GB di spazio libero, ma il sistema operativo out-of-the-box occupa già 5,39 GB, lasciando 24,3 GB per i dati. Aggiornando le app di sistema preinstallate dopo il primo avvio si perdono altri 1,22 GB, quindi alla fine rimangono solo 23 GB circa di spazio riservato per i dati dell’utente.

LEGGI ANCHE: I Pixel sono davvero gli iPhone di Google: ecco perché

E non è finita qui, perché il nuovo metodo usato in Android Nougat per gli aggiornamenti di sistema in background impone anche la duplicazione della partizione dell’OS, contribuendo a rubare ancora altro spazio ai dati. In pratica, dei 32 GB, quasi la metà potrebbero essere usati dal sistema o dalle app preinstallate, lasciandovi davvero poco spazio di manovra per l’installazione di app di terze parti o per il salvataggio di contenuti multimediali.

Fortunatamente, i Pixel si potranno fregiare della funzione di Smart Storage, che consente il caricamento automatico a risoluzione originale su Google Foto delle foto e dei video presenti sul vostro dispositivo, quando la memoria del terminale sta per esaurirsi.

Basterà questa mossa ad evitare problemi di spazio all’utente?

Via: Android Central