I Galaxy Note 7 “sicuri” avranno questo marchio sulla scatola e ci sarà anche un check sull’IMEI (aggiornato)

Nicola Ligas -

Appurato che i primi Galaxy Note 7 messi in vendita avevano un problema che può causare l’esplosione della batteria, un dubbio potrebbe attanagliare i futuri acquirenti: come essere del tutto sicuri che il modello appena acquistato non sia uno di quelli potenzialmente difettosi (soprattutto in caso di un usato)?

Per fortuna anche Samsung ci ha pensato, ed in base a quanto riportato dalla divisione australiana dell’azienda (che pensiamo sia però valido ovunque), le scatole dei Galaxy Note 7 “sicuri” avranno un apposito identificativo: un quadratino nero in alto a destra.

C’è inoltre anche un cambiamento software: l’icona della batteria è diventata verde, riconoscibile nella barra di stato, nel lock screen e nel menu di alimentazione dello smartphone, come illustrato dall’immagine qui sotto.

Non solo, ma per essere davvero sicuri della qualità del modello in vostro possesso, potrete verificarne l’IMEI su un apposito sito (vedi sotto), che dovrebbe essere lanciato il 13 settembre prossimo, e dovrebbe appunto indicare se il Galaxy Note 7 in questione è potenzialmente pericoloso o meno.

LEGGI ANCHE: Come sostituire i Galaxy Note 7 difettosi

Samsung sembra insomma che stia gestendo il rientro dei modelli difettosi nel modo migliore possibile, ed il check dell’IMEI è senz’altro un passo in più necessario per tutelare anche i futuri acquirenti. Tenete però conto che queste informazioni provengono dalla terra dei canguri, pertanto potrebbero esserci discrepanze per il nostro mercato: vi terremo senz’altro aggiornati sulla vicenda.

Aggiornamento 19/09/2016

  • L’articolo è stato corretto con nuove informazioni ufficiali, per riportare la nuova etichetta, senza la S di cui si parlava in passato, e le indicazioni sulla batteria verde.
Via: The VergeFonte: Samsung