Xiaomi Redmi Note 4 ufficiale: un entry-level dal rapporto qualità/prezzo straordinario (in Cina)

Nicola Ligas -

Xiaomi l’ha fatto di nuovo. A dispetto della crisi, vera o presunta, che sta attraversando l’azienda, Redmi Note 4 sembra uno di quegli entry-level che colpiscono la concorrenza laddove fa più male, coniugando ottime specifiche in rapporto al suo prezzo. Quantomeno sul mercato cinese, dov’è stato appena annunciato.

Caratteristiche tecniche

  • Schermo: 5,5” full HD con vetro 2.5D (lievemente incurvato ai bordi), 72% NTSC color gamut, 1000:1 contrasto
  • CPU: MediaTek Helio X20 a 2,1 GHz deca-core con GPU Mali-T880MP4
  • RAM: 2 / 3 GB
  • Memoria interna: 16 / 64 GB espandibile
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel, f/2.0, PDAF, dual-tone LED Flash
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel, f/2.0, lente 85°
  • Connettività: hybrid dual SIM (micro+nano/microSD), LTE, Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.2, GPS + GLONASS
  • Dimensioni: 151 x 76 x 8,35 millimetri
  • Peso: 175 grammi
  • Batteria: 4.100 mAh
  • OS: Android 6.0 Marshmallow con MIUI 8

Non finisce qui però, perché lo smartphone è dotato anche di lettore di impronte digitali e porta infrarossi, tanto per non farsi mancare davvero nulla. Se poi nemmeno questo vi bastasse, sappiate che che ha un corpo in metallo spazzolato, con bordi arrotondati per una migliore presa. Volevate forse qualcosa di più?

Uscita e prezzo

Veniamo al piatto forte. Xiaomi Redmi Note 4 sarà disponibile in Cina dal 26 agosto nei colori oro, argento e grigio.

Scherzavo, il piatto forte viene ora. Il prezzo del modello base (2 GB RAM + 16 GB memoria interna) è di soli 899 yuan, circa 120€, mentre per passare alla versione con 3 GB di RAM e 64 GB di memoria ne bastano appena 1199 yuan, circa 160€. Prezzi indubbiamente molto allettanti quelli del mercato cinese, ma pensiamo che in Italia potrebbero partire da 199€, per la versione 2 / 16 GB, rimanendo comunque piuttosto competitivi; ma di questo riparleremo quando i primi rivenditori di terze parti lo avranno disponibile.

Via: Fonearena