Intel logo final 2

Intel realizzerà chip ARM per smartphone, con LG in prima linea

Nicola Ligas

Intel ha stretto un accordo di licenza con ARM per la  realizzazione di SoC ARM-based nelle sue fabbriche. Detta altrimenti, produttori di terze parti potranno sfruttare le strutture di Intel per realizzare chip concorrenti a quelli di Intel stessa (almeno in parte), e tra questi abbiamo in prima linea LG Electronics, Netronome, e Spreadtrum.

L’accordo sottolinea da una parte una sorta di resa di Intel nel mondo mobile, già testimoniata dalla recenti mosse dell’azienda, che però adesso fa buon viso a cattivo gioco cercando di salvare il salvabile, almeno economicamente parlando. Intel potrà infatti realizzare chip ARM a 64-bit ed altre componenti hardware, nella speranza magari di un accordo con qualche big del settore. Apple, ad esempio, si affida da anni a Samsung e TMSC per la produzione dei suoi chip Ax, e di certo l’azienda di Santa Clara non disdegnerebbe di mettersi in mezzo.

LEGGI ANCHE: Multi-OS Engine, il nuovo strumento di Intel per creare app Android e iOS in Java

Con il mercato PC in costante declino, Intel spera insomma di attirare nuova clientela in un modo o nell’altro, anche realizzando chip con un’architettura concorrente (e quindi con minori guadagni), pur di non restare fuori dai giochi. Se un tempo insomma Intel pensava di poter fare tutto da sola, il risveglio è stato brusco, ma con questa mossa l’azienda ha dimostrato di saper giocare di logica piuttosto che di orgoglio, ed è una cosa che non tutte le multinazionali sono sempre in grado di fare.

Via: The VergeFonte: Intel
Appleintelqualcomm