Galaxy Note 7 Filtro Luce Blu

Galaxy Note 7: risoluzione scalabile per risparmiare batteria e filtro luce blu

Lorenzo Delli

Tra le funzionalità che forse non sono state ben evidenziate nella giornata di ieri in relazione al software del nuovo Samsung Galaxy Note 7 ci sono sicuramente le opzioni per il risparmio energetico e il filtro luce blu.

Iniziamo dalle opzioni per il risparmio energetico. Inutile specificare nuovamente quanto uno schermo QHD possa risultare più energivoro rispetto ad un full HD o ad un display a risoluzione inferiore.

LEGGI ANCHE : Samsung Galaxy Note 7 Video Anteprima

Nella modalità di risparmio energetico del Note 7 ci sono tre diverse opzioni: off, medio e massimo. Medio porta la risoluzione del display a 1080p, ovvero 1.080 x 1.920 pixel, diminuendo anche le performance del processore e limitando la luminosità massima del dispositivo al 90%.

Galaxy Note 7 cambio risoluzione

La modalità di risparmio massima invece riduce la risoluzione a 720 x 1.280 pixel, 720p quindi, forzando la CPU alla velocità minima, rimuovendo animazioni e spegnendo completamente rete dati e Wi-Fi. Quest’ultima risulta un po’ troppo aggressiva ma fortunatamente sono ampiamente personalizzabili dall’utente. In teoria è anche possibile far sì che tali modalità cambino solo la risoluzione.

Inoltre nelle impostazioni del display, come potete notare dall’immagine di copertina dell’articolo, è possibile notare come ci sia la voce relativa al Filtro Luce Blu, che vi permetterà di non esporre gli occhi a troppa luce blu negli orari serali. L’equivalente di Night Shift di Apple insomma, già utilizzabile anche su PC o su Android con app di terze parti.

Via: Android Authority (Fonte 1)Fonte: SamMobile (Fonte 2)