sviluppo programmazione sicurezza final

Download dal Play Store meno pesanti grazie al nuovo algoritmo bsdiff

Maiorano Massimo

Gli aggiornamenti delle applicazioni presenti sul Play Store sono, a detta di Google, divenuti sempre più frequenti, segno che gli sviluppatori sono attenti alle richieste degli utenti. Tuttavia, la frequenza di tali aggiornamenti è spesso causa di consumi eccessivi a livello di dati, in particolare quando gli utenti si ritrovano sotto rete mobile.

Per tale motivo sono stati introdotti gli aggiornamenti incrementali, la relativa funzione di previsione quantità dati in download (ora in rollout) e da poco un nuovo algoritmo di riduzione download (fino al 50% in più). Il suo nome è bsdiff ed è specificatamente realizzato per applicazioni utilizzanti librerie native non compresse. L’esempio relativo a Chrome qui riportato mostra l’efficacia dell’algoritmo.

Versione patch Algoritmo precedente Algoritmo bsdiff
M46 to M47 major update 22.8 MB 12.9 MB
M47 minor update 15.3 MB 3.6 MB

LEGGI ANCHE: Il kit di sviluppo dedicato a Daydream

Il nuovo algoritmo sarà applicato anche ai file di espansione apk, una nuova pratica che ridurrà i costi in dati del primo download del 12%, ed i successivi aggiornamenti del 65% (in media). Sarà importante per il corretto funzionamento della funzionalità che gli sviluppatori ottimizzino le proprie applicazioni per quanto riguarda codice e file utilizzati, per cui consigliamo a tutti gli interessati di seguire i consigli rilasciati da Google stessa sul blog dedicato allo sviluppo Android.