OnePlus 3 immagini -1

OnePlus 3 e la gestione della RAM: “pensiamo che così sia meglio per l’utente”, parola di Carl Pei

Nicola Ligas -

Nei giorni scorsi è circolato su internet un video-confronto tra Galaxy S7 edge e OnePlus 3, che evidenziava come, a dispetto dei suoi 6 GB di RAM, OnePlus 3 tenesse meno app in memoria di quanto ci si potesse aspettare. È ovviamente subito scoppiato lo scandalo, perché su internet un indizio è spesso già una prova sufficiente, e Carl Pei, co-fondatore di OnePlus, ha prontamente risposto.

Abbiamo un differente piano per la gestione della RAM che va a beneficio della batteria. Pensiamo che questa sia la migliore user experience“. Pei non entra precisamente nel merito, ma non smentisce nemmeno che OnePlus 3 sia piuttosto conservativo in merito alla gestione della RAM, killando processi in background a vantaggio della batteria, in pratica. È esattamente la stessa critica che fu fatta a top di gamma Samsung quali Galaxy Note 5 con i suoi 4 GB di RAM.

Su XDA sarebbe già uscito un fix in merito, ma Pei ha risposto che in pratica non lo è, e che la gestione della RAM è qualcosa di ben più complesso della modifica di un semplice valore nel file build.prop, suggerendo tra le righe che così facendo puoi risolvere un problema e al contempo crearne altri (ed in teoria è difficile dargli torto). Pei insiste infatti sull’apertura del codice di OnePlus 3 e sul fatto che i parametri circa l’esecuzione in parallelo dei thread siano modificabili nel framework, lasciando spazio a ROM di terze parti per realizzare le proprie implementazioni.

LEGGI ANCHEOnePlus chiarisce Optic AMOLED e Dash Charge

Pei chiude infine sottolineando che al momento i 6 GB di RAM di OnePlus privilegiano “la fotocamera e diversi altri moduli“, e che comunque l’approccio ad un tale quantitativo di memoria è cosa nuova per Android, e che c’è ancora spazio per ulteriori miglioramenti. Si potrebbe quindi concludere che OnePlus doveva solo adottare una batteria di maggiore capacità (noi non ci saremmo lamentati a prescindere), ma ad un certo punto tutto si riduce nel credere o meno che l’azienda che produce uno smartphone abbia davvero confezionato la migliore esperienza utente possibile.

Chiudiamo con una nota personale. Come certo saprete, stiamo al momento testando OnePlus 3 in vista della recensione completa, che uscirà a inizio della prossima settimana. Se dovessimo riscontrare problemi nella gestione della RAM ne parleremo senz’altro, realizzando magari un confronto con altri top di gamma per mostrarveli in pratica, come del resto abbiamo già fatto più volte in passato. Prima di fidarci o dare per scontati report da fonti sconosciute, avendo proprio la possibilità di verificarlo personalmente, abbiamo preferito aspettare, ma del resto Carl Pei li ha in parte confermati, quindi a maggior ragione vi diremo se secondo noi “questa sia la migliore user experience“. Se proprio però non riuscite ad aspettare ecco una nostra anteprima:

OnePlus 3