Commodore Leo - 3

Commodore mostra il suo nuovo smartphone: ecco LEO

Giuseppe Tripodi

È passato poco meno di un anno dalla prima volta che abbiamo sentito il nome Commodore associato ad uno smartphone: da allora, dopo una serie di alti e bassi, l’azienda ha lanciato PET, il primo dispositivo a sfruttare lo storico marchio degli anni ’80, senza tuttavia aver nulla da spartire con l’originaria Commodore Business Machines.

A scanso di equivoci, infatti, ripetiamo ancora una volta che la “nuova” Commodore sfrutta nome e logo della società che lanciò gli storici PET, C64 e Amiga ma gli imprenditori italiani che hanno lanciato gli smartphone con questo marchio non hanno niente a che vedere con quella realtà.

E, a proposito di smartphone Commodore, già dal mese scorso era chiaro che l’azienda avrebbe lanciato un nuovo modello, che adesso si mostra per la prima volta: ecco a voi LEO.

Commodore Leo - 2

Il dispositivo è stato provato dai colleghi di Wired Italia, che forniscono anche una panoramica delle caratteristiche tecniche:

  • Schermo: 5” Full HD
  • CPU: MediaTek MT6735, quad-core a 1,3 GHz
  • RAM: 2 GB
  • Memoria interna: 16 GB espandibile
  • Fotocamera posteriore: 16 megapixel
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel
  • Batteria: 2.100 mAh
  • OS: Android 5.1 Lollipop

Come potete leggere da voi le caratteristiche sono piuttosto modeste e, a giudicare dalle prime opinioni, questo Commodore LEO sembra condividere con PET non solo la versione del sistema operativo (un Lollipop un po’ anacronistico, con Android N alle porte) ma anche la stessa “mancanza di personalità”.

LEGGI LA RECENSIONE: Commodore PET

Da uno smartphone che porta il glorioso nome e marchio di Commodore ci aspetteremmo una forte personalizzazione basata sul retrogaming (icone in pixel art, suonerie in 8 bit e tutto quel che vi passa per la testa), mentre tutto quel che troviamo su LEO sono solo due emulatori, tra l’altro disponibili gratuitamente sul Play Store, senza alcun gioco incluso.

Per un giudizio complessivo aspettiamo di poter toccare con mano il dispositivo; nel frattempo, se volete dare un’occhiata alle prime foto di Commodore LEO, potete trovarne altre nel link in fonte.

Fonte: Wired
commodore