Paranoid Android boot

Paranoid Android rediviva: la nostra prova della nuova edizione 2016! (foto e video)

Nicola Ligas -

Paranoid Android 2016 arriva come uno di quei regali che mai ti saresti aspettato, e che per questo motivo fanno ancora più piacere. Dopo mesi di silenzio che non lasciavano presagire nulla di buono, il team ha invece dimostrato di aver lavorato silenziosamente in tutto questo tempo per rinascere a nuova vita, con nuovi membri per portare avanti lo sviluppo e soprattutto con una nuova versione della ROM pronta al download.

Paranoid Android 2016: le novità

L’impostazione generale della firmware è rimasta invariata: fedeltà allo stile Android stock, con l’aggiunta di personalizzazioni mirate e soprattutto ben integrate nel resto del sistema. È così che il pannello dei quick setting, lievemente corretto in alcuni toggle, può essere facilmente riordinato, semplicemente trascinandoli, e ci sono anche link per immersive mode (il full screen) e per floating peek, ovvero app eseguite in finestra fluttuante (non ridimensionabile), che potrete avviare o alla ricezione di notifiche heads-up, o tramite il pannello app recenti, o premendo a lungo su una notifica nell’omonima barra.

Abbiamo poi integrato lo stesso theme engine di CyanogenMod, la fotocamera AOSP (su alcuni device c’è la Snapdragon Camera), un ottimo browser ottimizzato per processori Snapdragon ed il sistema di aggiornamenti automatici Paranoid (nelle impostazioni di sistema). Non mancano poi alcune opzioni che vi verranno richieste al primo utilizzo, ad esempio la possibilità di abbassare il pannello dei quick setting, anziché quello delle notifiche, con uno swipe verso il basso dalla parte destra dello schermo.

Paranoid Android 2016: dispositivi supportati

Sono supportati molti dispositivi Nexus (6P, 5X, 6, 5, 4, 7 (2013) e 9), l’attuale famiglia OnePlus (One, 2, X) oltre ad alcuni Sony. La line-up è così corta per poter assicurare la migliore esperienza, ed al momento non ci sono promesse di una futura espansione.

Paranoid Android 2016: download

Potete scaricare Paranoid Android, come sempre, dal sito ufficiale (non tutti i dispositivi elencati hanno per forza una nuova build, controllate, che la data sia di giugno 2016) mentre il pacchetto di Google App raccomandate è quello BANKS (sembra ci siano problemi con le OpenGapps). Gli utenti Nexus 6P devono assicurarsi che le proprie partizioni vendor siano aggiornate ad Android 6.0.1, mentre le build per Nexus 5X hanno una immagine pre-compilata inclusa, quindi non ci sono problemi.

Fonte: Paranoid Android
video