Google-Nearby

Presto i nostri Android ci suggeriranno che app installare a seconda di dove ci troviamo (foto)

Andrea Centorrino

Circa un anno fa Google annunciò Nearby, una tecnologia che avrebbe permesso agli utenti di interfacciarsi con il mondo circostante grazie al proprio dispositivo Android (e non solo): oggi la società torna nuovamente a parlarne, introducendo interessanti novità.

Grazie a Nearby, presto si potranno ricevere notifiche su app utilizzabili nel luogo in cui vi trovate: pensate ad un’app per l’acquisto dei biglietti del treno in stazione, o all’audioguida in un museo. Inoltre, le società che erogheranno i servizi, in mancanza di app dedicate, potranno indirizzarvi a specifiche pagine web grazie al “web fisico“, introdotto in Chrome qualche tempo fa.

L’infrastruttura si baserà sui beacon Eddystone, e per essere sfruttata necessiterà di connessione Bluetooth e i servizi per la localizzazione attivi sul dispositivo. Nel caso in cui non fossimo dotati di connettività dati (per esempio, all’estero), le società potranno fornire la connessione per il download di quella specifica app.

LEGGI ANCHE: App Links utilizza Nearby per condividere le app installate

Inoltre, Google comunica che attiverà presto le API Nearby per Chromecast e Android Wear, in modo da poter configurare i dispositivi compatibili semplicemente avvicinandosi: l’attivazione arriverà tramite aggiornamento dei Play Services, da Android 4.4 KitKat in su.

Via: Google Android BlogFonte: Google Developers Blog