Samsung Galaxy Tab Iris

Samsung presenta un Galaxy Tab con scansione dell’iride: cosa ci dice questo sul prossimo Note?

Nicola Ligas

Qualche mese fa si era affacciato sulla scena un rumor relativo alla scansione dell’iride su Galaxy Note 6 (o Galaxy Note 7, che dir si voglia), che sinceramente avevamo scartato come poco realistico senza pensarci troppo. Oggi però, Samsung ha presentato in India un nuovo Galaxy Tab, e la sua caratteristica peculiare è proprio la scansione dell’iride.

Chiamato, non a caso, Galaxy Tab Iris, si tratta di un 7” WSVGA (1.024 × 600 pixel) con processore quad-core, 1,5 GB di RAM, 8 GB di memoria interna espandibile, fotocamera posteriore da 5 MP, in grado anche di effettuare la scansione dell’iride, e batteria da 3.600 mAh. Un modello di fascia bassa insomma, tanto più che monta ancora Android 5.0 Lollipop.

Samsung lo vede come un dispositivo particolare, non orientato necessariamente all’utenza consumer, che possa essere sfruttato per applicazioni a carattere bancario governativo (passaporti, tasse, sanità, educazione ecc.). L’idea è quella che la scansione dell’iride assicuri un sistema di autenticazione biometrico più affidabile delle impronte digitali, e che pertanto possa essere usato anche per altri scopi, ma sinceramente rimaniamo un po’ scettici sulla sua adozione.

LEGGI ANCHEGuardate come si piega il display flessibile di Samsung! (foto e video)

Proprio per questo motivo, potrebbe essere solo una coincidenza il fatto sia uscito ora questo Galaxy Tab Iris, ma il dubbio che sia foriero di una stessa novità su Galaxy Note 6 rimane. Per adesso predichiamo comunque scetticismo, tanto più che un conto è lanciare un tablet con un preciso intento ed in un solo mercato, un altro sarebbe far leva su quella stessa caratteristica in un modello come Note 6, che si suppone sia diretto al mercato globale.

Per completare il quadro, sappiate che il prezzo del Samsung Galaxy Tab Iris è di 13.499 rupie indiane, circa 180€, ma non pensiamo che arriverà sul nostro mercato.

Fonte: Samsung