App password free

Google pianifica di portare il login password-free sulle app Android entro la fine dell’anno

Lorenzo Delli

Si chiama Project Abacus, ed è uno degli esperimenti portati avanti da Google che va a sfruttare rilevazioni biometriche per favorire un’autenticazione in due passaggi. Già nell’edizione 2015 del Google I/O si era fatto cenno a tale innovazione software, ma a quanto pare Big G. è intenzionata a lanciarla entro la fine di quest’anno.

In sostanza, se tale progetto andasse effettivamente in porto, potremmo dire addio all’autenticazione in due passaggi proprio grazie a una combinazione di segnali derivanti dal nostro comportamento e dal nostro modo di utilizzo del dispositivo, come ad esempio i pattern tipici di scrittura, il modo in cui camminiamo, la località corrente, il nostro volto, la voce e tantissime altre tipologie di caratteristiche legate alla nostra persona. Una sorta di Smart Lock quindi, ma molto più evoluto.

LEGGI ANCHE: Editoriale: SmartWorld sul Google I/O 2016

Ad esempio, per effettuare un qualsivoglia genere di transazione bancaria, sono necessari, oltre ai classici dati di accesso, anche un PIN (o una password) da ricevere via SMS o via email. Gli sviluppatori potranno implementare nelle loro applicazioni un diverso tipo di accesso basato proprio su quanto descritto precedentemente. Ci sarà un vero e proprio Trust Score, ovvero un punteggio di affidabilità dell’utilizzatore corrente che permetterà di evitare alcune forme di autenticazione.

Project Abacus funzionerà automaticamente in background raccogliendo continuamente informazioni sull’utilizzatore, in modo appunto da realizzare un Trust Score sufficientemente affidabile. Già da questo giugno alcune società finanziare inizieranno a testare le API relative a Project Abacus, e come già accennato Google è piuttosto convinta di riuscire ad estendere l’accesso alle API a tutti gli sviluppatori entro la fine dell’anno.

Fonte: TechCrunch
Google I/O 2016google IO