Android N tutti dispositivi

Android N dev preview 3 sposta la modalità notturna, porta i temi sulla tastiera e altro (foto e video)

Nicola Ligas -

Eccoci qui per una prova su strada della developer preview 3 di Android N, che per la verità non porta moltissime novità, ma qualcosa di significativo c’è comunque (potete scaricarla da qui)

Iniziamo con quello che avrete già letto nel titolo. La modalità notturna cambia casa, più o meno. Se ne va dal sintetizzatore interfaccia utente di sistema, ma rimane disponibile sotto forma di toggle nell’omonima barra, a patto di attivarlo, perché di default non lo è. La cosa strana è che, tenendo premuto a lungo sul toggle della modalità notturna, si viene propri rimandati al sintetizzatore interfaccia utente di sistema, che a quanto pare ne nasconde la pagina relativa. C’è un po’ di confusione insomma, che in prima battuta ci aveva portati a pensare erroneamente che la funzione fosse stata rimossa. Google ci sta lavorando, è ancora un po’ buggata (vedi video), ma in ogni caso pensiamo che al debutto di Android N ci sarà, visto che è comunque oggetto di intensi cambiamenti.

Grosse novità per la tastiera Google, che ricevuto un aggiornamento che la arricchisce con i temi. È possibile scegliere tra vari sfondi colorati, aggiungendo i “tasti ad isola” o meno, oppure potrete caricare voi un’immagine di sfondo. In ogni caso, personalizzazione ai massimi livelli ed opzioni che in generale sono state tutte rivedute e corrette, per un’app su cui Google punta sempre di più.

LEGGI ANCHE: Daydream diventa la realtà virtuale di Android N

Le altre novità sono tutte minori al confronto con queste. Daydream diventa screensaver, per ovvi motivi (certo che, tra tutti i nomi possibili, proprio questo doveva utilizzare? NdR), il pulsante cancella tutto nelle app recenti viene spostato a destra (ma il numero di app recenti è ancora infinito, mentre in futuro sarà limitato a 7), e nel pannello dei quick setting abbiamo qualche nuovo toggle da aggiungere, ma niente di che.

Sempre in tema di modifiche minori, segnaliamo che la fotocamera permette l’esposizione manuale, e che i sei livelli di priorità delle notifiche, che trovate nel sintetizzatore interfaccia utente di sistema, sono ora tradotti in italiano con la spiegazione di ciascuno di essi (vedi screenshot in galleria)

Vale ovviamente quanto avevamo già visto nelle precedenti developer preview per il multi-window, le risposte rapide nelle notifiche, e le altre novità di Android N, che qui non staremo a ripetere. Per tutto il resto, c’è apposta il video qui sotto, ed ovviamente se doveste notare altro, fatecelo pure sapere nei commenti.

Aggiornamento 19/05: l’articolo è stato corretto per riflettere le novità relative alla modalità notturna. Il video sarà aggiornato a breve.

video