motorola-final-2

Guardate il nuovo Moto X (2016), che in realtà avete già visto! (foto)

Nicola Ligas

Ci sono tre immagini alle fine di questo articolo, e tutte e tre ritraggono bene o male lo stesso smartphone, che dovrebbe essere il futuro Moto X (2016) o Moto X4 o Moto X di quarta generazione, o come Motorola-Lenovo deciderà di chiamarlo. Ad essere pignoli, gli smartphone in questione dovrebbero essere due, dato che uno sembra essere uno dei Droid di Verizon, ovvero delle versioni brandizzate dall’operatore USA di analoghi modelli Motorola.

Il primo dei tre smartphone qui sotto potrebbe quindi essere Droid Maxx 3 o Droid Turbo 3, nomi già trapelati ultimamente, ma la sostanza non cambia. In ogni caso @evleaks ha promesso di pubblicare un articolo chiarificatore in merito proprio quest’oggi, quindi se ci fossero novità di rilievo le riporteremo a breve.

Tornando invece a noi, questo Moto X (2016) è del tutto analogo ad una foto trapelata verso la fine dello scorso anno, ma adesso possiamo guardarlo più da vicino, scoprendo così particolari inediti. Anzitutto la parte frontale presenta forti affinità con quella dei nuovi Moto G (2016), con lettore di impronte squadrato in basso, e singolo speaker in alto. Da notare che, a destra della capsula auricolare, sembra esserci anche un flash per la fotocamera frontale, affiancato dai vari sensori sempre presenti.

Venendo invece al corpo macchina posteriore, questo è nettamente sporgente e ricorda un po’ la forma di un Moto 360 ed  solo che in questo caso la parte inferiore cela un dual LED flash, mentre a fianco della fotocamera stessa sembra esserci anche un laser autofocus.

LEGGI ANCHE: Alcune possibili specifiche del nuovo Moto X

Rimanendo sempre sul retro, assai interessante è la griglia in basso, che inizialmente si pensava fosse per lo speaker, ma che in realtà sembra formata da una serie di 16 pin, assenti però nel modello di Verizon. Che sia un qualche tipo di connettore per dock? Che Motorola-Lenovo voglia riprendere l’idea della Lapdock che aveva abbandonato anni fa, ovvero di uno smartphone che diventa PC? Chissà, certo è che l’idea di Continuum continua a restare affascinante, ma stenta a prendere piede e soprattutto forma.

Ultimo elemento degno di nota: le tante varianti cromatiche, in particolare nel Droid, che ha anche la cover arcobaleno, e notate anche che bilanciere del volume e pulsante di accensione sono tutti dallo stesso lato e tutti tasti separati. Essendo poi il fianco opposto del tutto liscio, lo sportellino per la SIM si troverà probabilmente in alto.

Vi ricordiamo che Moto X (2016) è atteso con SoC Qualcomm Snapdragon 820 e 4 GB di RAM, e potrebbe essere presentato il prossimo 9 giugno. Non fatevi ingannare dalla data nei render di oggi, che indicano sia venerdì 24 agosto (il prossimo 24 agosto non sarà un venerdì), sia giovedì 19 febbraio (data ormai passata, e comunque non era un giovedì, almeno non nel 2016).

Fonte: HelloMotoHK
Motorola Moto X (2016)