Huawei-VR-2

Huawei lavora finalmente a dispositivi con schermi 2K: il merito è della realtà virtuale

Andrea Centorrino

Circa un anno fa, il CEO di Huawei, Yu Chengdong, “derise” l’adozione degli schermi 2K (noti anche come “QHD”, ovvero con risoluzione di 1.440 x 2.560 pixel) da parte dei maggiori concorrenti: a sua detta, una tale definizione non portava vantaggi significativi, ma contribuivano invece a diminuire l’autonomia dei dispositivi e ad aumentarne i costi.

In una recente risposta data sul social network cinese Weibo, Chengdong ha fatto marcia indietro, sostenendo che oggi come oggi, la maggior parte degli utenti preferirebbe uno schermo QHD rispetto ad uno full HD, e che anche lui ora è di questo avviso, grazie alla realtà virtuale:

Last year I would certainly not buy a 2K device as the power consumption was high and the difference to my eyes non-existent. But now I have changed my mind and my next phone will be 2K as I like VR!

LEGGI ANCHE: Huawei risponde a Samsung con il visore Huawei VR

Non è una novità infatti che Huawei sia interessata alla realtà virtuale, ed a questo punto è probabile che in un futuro non troppo lontano venga rilasciato un nuovo dispositivo con una risoluzione sufficiente a garantire un’esperienza migliore di quella attualmente disponibile con i “miseri” schermi 1080p di P9 e P9 Plus.

Via: Gizmochina