Backup cloud smartphone

Android N potrebbe consentirvi il backup delle app quando volete

Nicola Ligas

Android 6.0 Marshmallow ha introdotto il backup automatico dei dati delle app, in modo che possiate ripristinarli facilmente durante la prima configurazione di un nuovo smartphone. Android N potrebbe rendere questo meccanismo ancora più efficace, consentendo agli utenti di forzare un backup in qualsiasi momento, in modo da essere sicuri di aver sincronizzato proprio l’ultima versione dei propri dati.

La conferma giunge per bocca di Chris Tate, uno degli ingegneri al lavoro su Android, che durante un podcast ha dichiarato che gli utenti saranno in grado di avviare manualmente il backup in una “imminente release di Android”. Un tipico caso d’uso indicato è appunto quello in cui si voglia configurare un nuovo telefono, avendo la certezza di ritrovarvi tutti i dati del precedente.

Attenzione però ad un particolare affatto indifferente: affinché il backup funzioni, automatico o manuale che sia, l’app deve essere predisposta per farlo, il che significa che deve utilizzare almeno le API 23 (quelle di Marshmallow) e lo sviluppatore non deve aver inibito il backup stesso. Purtroppo, come già abbiamo avuto modo di discutere in precedenza, non c’è un elenco di app compatibili col backup introdotto da Android 6.0, al punto che la vostra esperienza personale è il miglior indicatore che possiate avere di quali funzioneranno e quali no, tra quelle che utilizzate abitualmente.

LEGGI ANCHE: Il backup di Marshmallow funziona davvero?

Magari, con l’introduzione di questo backup forzato, sarà possibile quantomeno avere un elenco di quali app, tra quelle installate, salvano i propri dati sui server di Google, e quali no: sarebbe un ulteriore passo avanti, e forse darebbe una spinta in più agli sviluppatori che ancora non avessero adottato questa utile funzione.

Certo è che a questo punto sarebbe anche utile poter forzare il ripristino, e non solo il backup stesso, in modo da effettuare il restore di una singola app in qualsiasi momento volessimo, e non solo durante la configurazione iniziale di un nuovo dispositivo.

Via: AusdroidFonte: Android Developers Backstage (audio)