Pico Neo - 1

Con Pico Neo, la realtà virtuale passa sia da Android che dal vostro PC (foto)

Andrea Centorrino

I visori per la realtà virtuale spuntano ormai come funghi: l’ultimo della sempre più popolata lista è Neo, un particolare prodotto sviluppato dalla cinese Pico; a differenza dei concorrenti, infatti, può funzionare sia autonomamente che collegato ad un PC.

Per arrivare a questo risultato, la società ha fatto una scelta interessante: anziché integrare tutta l’elettronica nel visore stesso, ne ha integrato la maggior parte nel controller. All’interno del visore troviamo solo uno schermo AMOLED da 3,8″ con risoluzione di 1.200 x 800 pixel, che promette un campo visivo di circa 102°, ed una batteria da 5.000 mAh (con supporto Qualcomm QuickCharge 3.0, per circa 3 ore di autonomia), più la porta USB-C per l’interfacciamento esterno.

Nel controller, troviamo il SoC Qualcomm Snapdragon 820 (il più azzeccato, probabilmente), 4 GB di RAM, 32 GB di memoria eMMC 5.1 espandibile sino a 128 GB tramite microSD, WiFi 802.11ac, Bluetooth 4.1 ed una versione personalizzata di Android 6.0 Marshmallow, che promette un’interfaccia come quella visibile in galleria. Oltre ai pulsanti, il controller integra anche un accelerometro a 6 assi ed un touchpad sul retro. Saranno inoltre disponibili joypad con sensori di movimento per manipolare oggetti nello spazio virtuale.

LEGGI ANCHE: Sony potrebbe portare PlayStation VR su PC

Pico spera di creare così un ecosistema autonomo, ma il vero problema, specie in rapporto alla bassa risoluzione dello schermo, potrebbe essere il prezzo: 550$ (quasi 500€) per il set completo, che scende a 300$ (circa 260€) per il solo visore; la disponibilità è prevista per giugno. A seguire, una galleria con alcuni render di Pico Neo e dei suoi accessori.

Via: LiliputingFonte: Geek Gadgets