Monospace Writing

L’editor minimale Monospace esce dalla beta, per aiutarvi a scrivere senza distrazioni

Andrea Centorrino

Nonostante i nostri dispositivi si arricchiscano continuamente di nuove funzioni, sembra che negli ultimi anni ci sia stato una sorta di trend inverso, che ha portato molti a cercare in certe app un’esperienza la più scarna possibile, per evitare distrazioni e concentrarsi meglio su ciò che si sta facendo: è questa la promessa di Monospace, l’editor di testo minimale appena uscito dalla beta.

Tutti gli strumenti di formattazione basilari sono presenti, ma l’interfaccia non offre molto altro per evitare che l’utente si concentri su qualcosa che non è il testo da scrivere. Con la fine del periodo di beta, durato “solo” 9 mesi, arrivano anche nuove funzioni, come nuove opzioni di formattazione, migliori performance, maggiore stabilità, possibilità di esportare il testo nel linguaggio di markup Markdown, di criptare i documenti con impronta digitale, supporto alle tastiere hardware, ed un nuovo design.

LEGGI ANCHE: La scrittura su Android si fa immediata e minimale: Monospace

Monospace è disponibile gratuitamente sul Play Store: tramite acquisto in-app sarà possibile sbloccare la versione Pro, che offre in più la sincronizzazione con Google Drive, supporto ad altri font e la possibilità di personalizzare la barra di formattazione.

Google Play Badge

Fonte: Google+