Anteprima LG G5 - 2

LG G5 “non si scompone” nei test di resistenza e poi è spacchettato da un branco di cuccioli (video)

Nicola Ligas -

LG G5 viene sottoposto agli ormai consueti bend test, scratch test e burn test cui tutti i top di gamma “devono” sottostare, e ne esce anche piuttosto bene. Il Gorilla Glass frontale fa il suo dovere, ed è con piacere che constatiamo che l’ampio corpo fotografico posteriore è protetto interamente da vetro e non da plastica.

La back cover però si graffia molto facilmente, lettore di impronte digitali incluso, che però continua a funzionare egregiamente. Il motivo di questi facili graffi sulla cover è spiegato nel secondo video: l’anima della cover stessa è in metallo, ma la superficie sembra invece sia in plastica, e per questo motivo molto più facile da “grattare”; in barba anche alla “metal build” di cui parla LG.

Il burn test lascia invece qualche segno di ustione, ed in generale il display sembra troppo sensibile alla pressione, ma dove davvero dobbiamo fare i complimenti da LG è nel bend test. Sarebbe facile pensare che la parte removibile in basso sia un punto critico, che possa essere male assemblata e che si rompa facilmente… e invece no. Si piega, ma non si spezza, riuscendo a resistere molto meglio di tanti altri smartphone non modulari, quindi senz’altro pollice su per LG, in barba a chi alimentasse voci di una scarsa qualità costruttiva di LG G5.

LEGGI ANCHELG G5 in Italia dal 15 aprile con modulo in regalo

E dopo tante torture, chiudiamo con un po’ di amore per LG G5, proponendovi anche l’insolito unboxing realizzato dall’operatore USA Verizon, che ha fatto spacchettare lo smartphone da dei tenerissimi cuccioli (probabilmente dopo averlo strofinato sul prosciutto). Ti piace vincere facile, eh Verizon?!

Aggiornamento: LG ha rilasciato una dichiarazione per smentire la costruzione in plastica del G5.

LG G5

LG G5

confronta modello

Ultime dal forum:

video