Oracle logo final

Oracle chiede 9,3 miliardi di dollari a Google per l’uso delle sue API Java in Android

Nicola Ligas

Android N cambierà librerie Java, probabilmente proprio per evitare qualsiasi sovrapposizione con Oracle, ma ciò non toglie che il contenzioso tra quest’ultima e Google vada avanti, con richieste di danni anche molto ingenti. Oracle vorrebbe infatti 9,3 miliardi di dollari dalle casse di BigG.

Per essere esatti, le stime degli esperti di Oracle ammontano a 475 milioni di dollari di danni, più 8,8 miliardi derivanti dai profitti realizzati in seguito all’infrazione dei copyright di Java, secondo i dati citati in un report che ovviamente Google contesta fortemente. Le stime di quest’ultimo parlano invece di un massimo di 100 milioni di dollari di danni.

Le due parti si incontreranno in un pre-processo il prossimo 9 maggio, ma considerando che la causa va avanti dal 2010, non tratterremmo il fiato nell’attesa di vederne la fine. Certo è che Oracle non demorde, e sebbene Google insista sul fatto che le API in questione siano così basilari da non essere oggetto di copyright, le pretese di Oracle, che ha rilevato Java assieme a Sun nel 2010, non sono certo diminuite, e difficilmente ormai lo faranno.

Via: Fonearena