google-chrome-final

Chrome browser non unisce più le schede alle app recenti come impostazione predefinita (foto)

Nicola Ligas

Con il lancio di Android 5.0 Lollipop agli sviluppatori è stata offerta la possibilità di creare multiple istanze della propria applicazione nel menu app recenti, una cosa che il browser Chrome ha subito sfruttato, abilitando come impostazione predefinita l’unione di schede ed app, in modo che i vari tab aperti su Chrome comparissero appunto nel menu app recenti.

Chi vi scrive non ha mai gradito questa impostazione, perché rendeva ancor più confusionario un menu che già si riempie facilmente di contenuti, dove semmai c’era bisogno di raggruppare, e non dividere ulteriormente. A quanto pare, anche Google la pensa così; adesso.

LEGGI ANCHEChrome 50 è in grado di mettere in pausa e riprendere i download (foto)

A partire da Chrome 49 in poi infatti, l’opzione per unire schede ed app non è più abilitata di default all’installazione del browser, a vantaggio del tab-switcher di Chrome, raggiungibile premendo il numerino a destra della barra degli indirizzi. Il perché di un simile passo indietro non è chiaro, ma vedendo tutte le novità apportate da Android N al menu app recenti (ed al relativo pulsante), in particolare il fatto che questo sarà usato per il multi-window, ci viene in mente che forse Google si è accorto che avere troppi contenuti poteva essere deleterio (oltre al fatto che praticamente solo Chrome ha mai davvero sfruttato questa opzione, per fortuna).

Via: Android Central