MIUI Final - 2

Xiaomi ostacola il modding dei nuovi smartphone 2016, ma forse è una buona notizia

Nicola Ligas

La MIUI 7.2 presente negli ultimi smartphone Xiaomi, ed in particolare su Mi 4S, Mi5, Redmi Note 3 / Pro e Redmi 3 (oltre che sui futuri smartphone dell’azienda) introduce un nuovo tipo di protezione, supportata fin dai tempi di Android 4.4 KitKat, ma finora non implementata: la dm-verity.

In pratica, questa blocca l’installazione di software non originale sugli smartphone abilitati, quindi qualsiasi versione custom della MIUI verrà rifiutata, in barba alla vivace community che c’è dietro. Quest’ultima ovviamente non si arrenderà senza combattere, ma non è detto che una soluzione arrivi a breve e nel frattempo le uniche ROM compatibili saranno quelle globali rilasciate dalla stessa azienda.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi5: confronto tra due versioni

Dove starebbe quindi la buona notizia? Nella speranza che un simile giro di vite, senza precedenti nella storia di Xiaomi e della MIUI, sempre piuttosto aperte alla comunità, significhi che l’azienda sta seriamente pensando all’espansione verso altri mercati, tra cui quello europeo/americano. È in effetti un modo un po’ forzato per vedere il bicchiere mezzo pieno, ma è anche l’unico a cui potremmo pensare ora come ora, sebbene non ci speriamo comunque in tempi brevi.

Fonte: Xiaomi.eu