cardboard

Google vorrebbe portare gli acquisti in-app sulle app per Cardboard, ma non sa come fare

Nicola Ligas

Le app Android monetizzano peggio di quelle iOS. Questo è un dato di fatto ormai comprovato, ma nel nuovo ed arrembante mondo della realtà virtuale, Google non vuole arrivare secondo, ed è per questo che sta già cercando di correre ai ripari, abilitando gli acquisti in-app.

Non c’è al momento una conferma ufficiale, ma Google starebbe sperimentando dei modi per permettere micro-transazioni nelle app Android per Cardboard; il problema è semmai come implementare simili funzionalità.

Dover infatti togliere lo smartphone dal visore non sarebbe certo la migliore delle esperienze, ma d’altro canto la semplicità di Cardboard non è che permetta chissà quali manovre. Si pensa allora alla possibilità di dirigere lo sguardo in una direzione specifica per un lasso di tempo minimo, o ad altre forme di controllo simili, ma ancora non è stata presa una decisione definitiva.

LEGGI ANCHEGoogle potrebbe sfidare il Gear VR di Samsung con il successore di Cardboard

“Stiamo cercando la via più elegante,” avrebbe detto uno degli sviluppatori Google; e noi non possiamo fare a meno di pensare che un nuovo e (lievemente) più elaborato visore risolverebbe tutti i problemi.

Il successo di Cardboard rimane innegabile, e se è vero che il 2016 sarà l’anno della realtà virtuale, come molti al Mobile World Congress hanno provato a convincerci, allora ci aspettiamo senz’altro novità in materia dal prossimo Google I/O, che si terrà a metà maggio.

Via: Recode