android studio

Con la nuova beta di Android Studio 2.0 è ancora più facile sviluppare per il robottino (video)

Andrea Centorrino

Google ha da poco reso disponibile nel canale Beta una nuova versione di Android Studio 2.0, con un nuovo emulatore ed una serie di miglioramenti improntati alla velocità di sviluppo ed esecuzione.

Le novità introdotte sono diverse, fra cui troviamo:

  • Avvio immediato: permette una modifca del codice più veloce e un ciclo di deployment dell’app più breve
  • Emulatore Android: un emulatore completamente nuovo che risulterà più veloce di molti dispositivi reali
  • Integrazione dei servizi Google App: aggiungere l’App Indexing nella propria app permette di coinvolgere di più gli utenti. Se in una prima versione di Android Studio 2.0 si poteva aggiungere il codice nella propria app, con questa beta si potrà effettuare il test e validare gli indirizzi direttamente dall’IDE.
  • ADB più veloce: installare ed inviare file con Android Studio 2.0 adesso è fino a 5 volte più veloce, grazie ad una versione aggiornata di ADB (Android Debug Bridge) inclusa nei platform-tools 23.1.0.
  • Profiler della GPU: per le applicazioni che sfruttano la GPU del dispositivo, sarà possibile analizzare il codice OpenGL ES passo passo per ottimizzare la propria app o gioco.
  • Integrazione di IntelliJ 15: Android Studio si basa su IntelliJ, ed ogni nuova versione porta miglioramenti e novità.

LEGGI ANCHE: Un emulatore tutto nuovo per Android Studio

Tutte queste nuove funzionalità vengono riassunte e spiegate nel dettaglio nel video che trovate a fine articolo. Potrete scaricare la nuova beta da qui.

Via: Android CentralFonte: Android Developers