htc one (M8) final

Le 5 cose che più mi mancano del mio HTC

Emanuele Cisotti -

Questo articolo fa parte di una serie di tre (al momento) articoli dove vi racconto, per esperienza personale quali sono le cinque cose che più mi sono mancate dei telefoni che ho usato come telefono personale (quindi come secondo telefono, dopo quello che stavo provando in quel momento). Sono considerazioni totalmente personali e che rispecchiano l’uso che faccio io dello smartphone e che quindi esulano in parte del contesto generale della recensione come prova generale che deve cercare di toccare l’utilizzo che persone con esigenze diverse possono fare del proprio prodotto.

Qui vediamo quali sono le 5 cose che più mi mancano quando il mio telefono personale non è un HTC.

HTC Zoe

Non l’HTC Zoe di un paio d’anni fa, ma quello originale, che poi è anche (per fortuna) quello attuale. HTC Zoe è l’unico software che permette di mescolare foto e video in un mini video riassuntivo che mi abbia mai davvero convinto appieno e che poi abbia davvero usato nella mia vita privata. Mi è sempre piaciuto per la grande configurabilità e per la sua semplicità. La miglioria più interessante che potrebbe essere fatta è l’aggiungere la registrazione di un video automatico (assieme alle foto) quando l’inquadratura è animata, rubando l’idea agli smartphone Windows.

Un dispositivo unico

Se escludiamo l’ultimo nato HTC, avere uno smartphone HTC significa avere un prodotto unico, elegante e impossibile da confondere con qualcos’altro. Portare un HTC One all’orecchio significa distinguersi e mostrare attenzione ai dettagli, non volendosi omologare alla media. Ma per lo stesso motivo anche i vari Desire di ultima generazione si sono distinti dagli altri medio gamma per lo stesso motivo.

Dot View cover

Ho amato la dot cover per gli smartphone HTC. Non solo è geniale, ma è anche funzionale e unica, proprio come il design di cui sopra. Il miglior modo per proteggere lo smartphone aggiungendo anche un tocco di particolarità.

Affidabilità del software

Anche se ammettiamo che l’ultima versione della HTC Sense non sia poi così “Sense” come era un tempo, è comunque impossibile negare come questa interfaccia sia una delle più affidabili (se non la più affidabile) in circolazione. Il sistema, soprattutto nei top di gamma ma non solo, non perde mai un colpo e vi fa trovare sempre la funzione che cercavate dove la stavate cercando, senza fronzoli aggiuntivi.

Boomsound

Gli speaker frontali, per quanto fonte di polemica per lo spazio “rubato” sono una delle caratteristiche che più ho amato degli smartphone HTC. Quando si guarda un video da telefono la configurazione stereo di HTC è sicuramente una delle migliori mai provate su smartphone.