Remix OS Dell XPS 13

Come installare Remix OS per PC su pendrive da Windows e Mac OS X (video)

Nicola Ligas -

Jide ha da poco reso disponibile gratuitamente la prima alpha di Remix OS per PC, una versione particolare di Remix OS 2.0 che è possibile installare in teoria su qualsiasi computer con architettura x86. Vediamo quindi quali file scaricare e cosa occorre per far girare Remix OS su PC Windows o con Mac OS X.

Vi ricordiamo che avrete bisogno di una pendrive USB 3.0 (va bene anche 2.0, semplicemente andrà tutto più lento) con almeno 8 GB liberi, e prima di tutto dovrete scaricate Remix OS 2.0 per PC dal sito ufficiale (per sistemi a 32-bit utilizzate questo torrent) e poi scompattare il pacchetto. Da notare però l’assenza di Google Play, ma potrete rimediare installando il pacchetto di GMSinstaller in questo thread di XDA  anche se dovrebbe esserci una versione di Remix OS per PC con Google App pre-caricate, sebbene quest’ultima non sia stata resa pubblica a livello internazionale (ma proviene sempre dai server di Jide, quindi è affidabile: l’abbiamo provata e non ci ha dato problemi).

LEGGI ANCHE: Remix Mini con Remix OS 2.0: la recensione (foto e video)

Come installare Remix OS su pendrive da Windows

  • Inserite la pennina in una porta USB del vostro PC, assicurandovi che questa sia formattata in FAT 32
  • Lanciate Remix OS USB Tool (lo trovate nella cartella scompattata)
  • Selezionate il file Remix_OS_for_PC_64_B2016011201_Alpha.iso presente sempre nella medesima cartella e seguite le istruzioni per flashare la pennina
  • Riavviate il PC premendo F12 al boot per entrare nel menu di avvio (il tasto o la combinazione di tasti necessaria potrebbe variare a seconda del PC)
  • Selezionate “USB Storage Device” come opzione di boot sotto la voce Legacy Mode.
  • Scegliete “Guest Mode” per avviare il sistema velocemente (nessuna modifica sarà apportata al vostro PC ma tra una sessione e l’altra non verranno nemmeno salvati i dati) o “Resident Mode” per salvare i dati sulla pendrive stessa (primo boot assai più lento).
  • Godetevi Remix OS ma tenete conto che non è detto funzioni tutto, né a livello di sistema, né sul fronte connettività. Inoltre, a seconda della risoluzione del monitor del vostro PC, potrebbero esserci problemi a scalare correttamente la UI.

Come installare Remix OS su pendrive da Mac OS X

  • Aprite il Terminale e digitate il seguente comando, dove “cartella” è quella in cui avete scompattato. Otterrete il file RemixISO.img.dmg a cui dovrete togliere l’estensione dmg, semplicemente rinominandolo in RemixISO.img
    hdiutil convert -format UDRW -o cartella/RemixISO.img cartella/Remix_OS_for_PC_64_B2016011201_Alpha.iso
  • È uscito un package già con il file img. Scaricate la versione EFI dal sito ufficiale.
  • Formattate la pendrive in FAT 32 tramite Utility Disco e lasciatela collegata al Mac
  • Aprite il terminale e digitate il seguente comando, avendo cura di appuntarvi il numero corrispondente alla pennina
    diskutil list
  • Sempre da terminale, digitate quanto segue, avendo cura di sostituire la X con il numero che si siete appuntati in precedenza, e dove “cartella” è la stessa dei passi precedenti:
    diskutil unmountDisk /dev/diskX 
    sudo dd if=cartella/RemixISO.img of=/dev/rdiskX bs=1m 
    diskutil eject /dev/diskX
  • In alternativa ai passi precedenti, potete utilizzare UNetbootin in modalità “Diskimage” inserendo la ISO di Remix OS e installandola sulla pendrive
  • Riavviate il Mac tenendo premendo cmd al boot, selezionando Windows (sì, Windows, non preoccupatevi)
  • Scegliete “Guest Mode” per avviare il sistema velocemente (nessuna modifica sarà apportata al vostro PC ma tra una sessione e l’altra non verranno nemmeno salvati i dati) o “Resident Mode” per salvare i dati sulla pendrive stessa (primo boot assai più lento), ma attenzione! Se voleste utilizzare quest’ultima opzione c’è un passo in più da fare. Una volta evidenziato “Resident Mode” premete TAB e inserite quanto segue, dove gli ultimi numeri sono la risoluzione dello schermo del vostro Mac.
    androidboot.hardware=remix_x86_64 androidboot.selinux=permissive 
    quiet SRC= DATA= DATA_IN_MEM=1 DPI=265 UVESA_MODE=2880x1800
  • Godetevi Remix OS ma tenete conto che non è detto funzioni tutto, né a livello di sistema, né sul fronte connettività. Inoltre, a seconda della risoluzione del monitor del vostro PC, potrebbero esserci problemi a scalare correttamente la UI.

Qui sotto vi lasciamo un paio di video illustrativi ufficiali; fateci sapere anche le vostre impressioni nei commenti.

Via: Droidmen
Jidevideo