Dizionario

Cos’è un OTA / FOTA? – Android dalla A alla Z

Emanuele Cisotti -

OTA è l’acronimo di Over the Air, ovvero un software che il dispositivo riceve via wireless. In senso generico, un file OTA può contenere un aggiornamento del sistema operativo, o anche solo di software specifici, o semplici impostazioni di configurazione, o anche un aggiornamento per le chiavi crittografiche presenti sul dispositivo.

Nel caso in cui un file distribuito via OTA vada ad aggiornare il firmware si parla di FOTA (firmware over the air), anche se spesso, per abuso di linguaggio, si parla comunque di OTA. Nel caso di Android, i FOTA non sono altro che dei pacchetti compressi che il sistema andrà ad installare tramite recovery, facendo in automatico ciò che l’utente più smaliziato potrà anche eseguire in modo manuale.

LEGGI ANCHECome aggiornare manualmente l’OTA di un dispositivo Nexus (video)

Il vantaggio è duplice, sia dal punto di vista del produttore che dell’utente: il primo può inviare e gestire in modo centralizzato un aggiornamento a tutti i suoi utenti, senza bisogno di ricorrere a supporti fisici, in tempi molto rapidi e con una minima interazione da parte di questi ultimi. In linea di massima la presenza di un file OTA viene segnalata all’utente, che può rifiutarne o meno l’installazione, ma il produttore può volendo anche forzare l’aggiornamento automatico.