bumble head

Bumble, il rivale di Tinder sbarca su Android ed in Italia (foto)

Leonardo Banchi

Lo smartphone è sempre più un modo per incontrare nuove persone, ed un’app di successo come Tinder non poteva certo pensare di rimanere per molto tempo senza rivali. Dopo un anno di successo su iOS, che ha visto il numero di utenti crescere in modo vertiginoso, è infatti da poco arrivato anche su Android Bumble.

Come conoscere nuove persone con Bumble

Il funzionamento di Bumble si discosta molto poco da quello di Tinder: per utilizzare l’app dovrete infatti effettuare l’accesso con il vostro account di Facebook, e dopo questa semplice operazione potrete subito iniziare a scorrere i profili delle persone che si trovano all’interno del raggio chilometrico che avete deciso di impostare. Effettuando uno swipe del profilo proposto verso sinistra “rifiuterete” quella persona, mentre trascinandolo verso destra avvierete la creazione di un collegamento.

LEGGI ANCHE: Gli incontri per strada possono diventare duraturi, grazie ad Happn

La gestione dei collegamenti è ciò che più distingue Bumble da Tinder: se anche la persona in questione, vedendo il vostro profilo, lo avrà trascinato verso destra, sarete infatti in contatto, ma solo la donna potrà iniziare la conversazione, entro le successive 24 ore. Scaduto questo termine, il collegamento andrà perduto, a meno che non utilizziate l’unico buono giornaliero a vostra disposizione per prolungarlo.

Download gratuito

La guerra per il trono di app per incontri più apprezzata si è quindi arricchita di un nuovo contendente, che va a popolare un panorama già più che florido di app i cui numeri fanno pensare ad un loro apprezzamento molto diffuso.

Voi, invece, cosa pensate di questo tipo di app? Possono essere un modo interessante per conoscere nuove persone, o credete ancora che sia ancora meglio uscire di casa e mettersi alla prova in prima persona?

Google Play Badge