Android Pay app

Android Pay negli USA può essere usato all’interno delle app, e dal prossimo anno in altri paesi

Nicola Ligas

Android Pay si evolve, e da oggi, almeno negli USA, può essere usato anche come forma di pagamento all’interno di altre app. Anziché ricorrere alla carta di credito, è infatti sufficiente premere il pulsante di Android Pay in una serie di applicazioni tra cui OpenTable, Lyft, DoorDash, Vinted e altro, che sia per pagare una cena, un passaggio o per acquistare oggetti.

Google promette di espandere ancora il numero di app con supporto Android Pay, ma soprattutto di portare quest’ultimo all’estero. Nella prima metà del 2016 sarà senz’altro la volta dell’Australia, con la quale gli accordi sono conclusi, ma l’altro capo del mondo è solo l’inizio.

LEGGI ANCHEGoogle Wallet negli USA consente di inviare denaro via SMS

Altri paesi guadagneranno il supporto Android Pay nel corso del 2016, e negli anni a venire, ma non chiedeteci ancora quando sarà la volta dell’Italia, perché queste cose richiedono (molto) tempo, ma ci fa comunque piacere che Google si stiamo muovendo, anche se per ora nella direzione opposta del globo.

Fonte: Google
Android Pay