chemlab

Un accessorio per smartphone ci dirà se il nostro cibo contiene glutine

Giuseppe Tripodi

Gli smartphone e la medicina sono due campi che si incrociano sempre più spesso e, grazie ad una nuova invenzione, presto un piccolo accessorio potrebbe cambiare la vita ai celiaci (e non solo).

Questo accessorio per smartphone Android potrebbe essere un po’ costoso (si parla di 250$), ma rappresenta a tutti gli effetti un valido sostituto ad un laboratorio di chimica: è in grado di individuare la presenza di glutine con una precisione di 20 parti per milione.

LEGGI ANCHE: Verily è la nuova identità di Google Life Science

Inoltre, la società assicura che le future versioni di questo dispositivo potrebbero essere in grado di individuare i batteri che causano l’avvelenamento da cibo (Escherichia coli, salmonella…).

L’analisi viene eseguita in due minuti e, per avviarla, è sufficiente inserire una piccolissima parte del nostro cibo all’interno di una capsula usa e getta; queste ultime vengono vendute separatamente.

Di seguito vi lasciamo con un video che mostra Nima, un dispositivo prodotto da 6SensorLabs e attualmente in preordine che funziona in maniera del tutto simile.

Via: 9to5Google