Inky Blocks

Inky Blocks è un vero e proprio Tetris circolare curato nei minimi dettagli, ed è gratuito! (foto e video)

Lorenzo Delli

Realizzato, con una cura quasi maniacale, dallo sviluppatore indipendente Andrew Ivchuck, Inky Blocks è uno di quei puzzle game che, se apprezzate particolarmente Tetris e non disdegnate variazioni divertenti e ben congegnate del gameplay, potrebbe rimanere installato per lungo tempo sul vostro dispositivo Android.

Nel titolo lo abbiamo descritto come un vero e proprio Tetris circolare, ed effettivamente, già dai primi secondi di gioco, si capisce che tale descrizione calza a pennello. L’interfaccia di gioco è circolare e posta al centro dello schermo, e il giocatore, con l’uso di un solo dito, dovrà ruotare il campo di gioco per inserire le varie pedine (riprese appunto da Tetris) incastrandole alla perfezione.

LEGGI ANCHE: Il simpatico puzzle game Divide By Sheep è ora disponibile in una versione completamente gratuita

Con un tap singolo potrete ruotare il pezzo, con uno swipe in basso sistemerete velocemente il pezzo (altrimenti c’è un countdown allo scadere del quale verrà comunque piazzato) e con uno swipe in alto potrete invece riporlo e sfruttare quello successivo. Trascinando la sezione centrale dell’interfaccia in basso si attiveranno invece le abilità speciali, che potrete sfruttare per eliminare più velocemente porzioni di pezzi già riposti sfruttando come credito il vostro punteggio.

Il tutto è immerso in uno stile grafico curatissimo e colorato, coadiuvato da ben 12 tracce di musica elettronica realizzate dal produttore HAXXY. Dov’è l’inghippo? Nessun inghippo: Inky Blocks è disponibile gratuitamente per i vostri smartphone Android, e l’unico “disturbo” con cui avrete a che fare sono annunci pubblicitari in caso di Game Over e un banner pubblicitario posto in alto che non disturba minimamente l’esperienza di gioco. Se poi volete sbarazzarvi della pubblicità e supportare lo sviluppatore di Inky Blocks c’è un unico acquisto in-app da 2,20€ per rimuovere definitivamente la pubblicità.

Google Play Badge

Fonte: Multiplayer.it